Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

LO AVEVAMO SCRITTO quasi un mese fa, per l’esattezza il 27 giugno, alla vigilia della partenza di Valli dagli Stati Uniti e poco prima che scoppiasse la bufera sul palasport.
Ed oggi, a viaggio nelle Summer League ultimato (il coach bianconero rientrerà proprio oggi in Italia) ed a bufera palasport non ancora risolta, tornano d’attualità due nomi di lunghi americani che il Club sta seguendo e che aveva sondato tempoe fa, senza ancora aprire una trattativa.
Non sono gli unici nomi, ma sono candidati che nella sede di Corso Giovecca vengono tenuti in notevole considerazione.
Stiamo parlando di Elton Tyler e Jacob Jaacks, due lunghi diversi tra loro, ma che hanno in comune tanta esperienza di campionato italiano ed europeo e caratteristiche tecniche che li rendono pericolosi anche nel tiro da fuori, i classici ruoli a metà tra un pivot puro ed un’ala forte.
Cominciamo da Elton Tyler, che Giorgio Valli conosce bene per averlo portato per primo in Italia nel 2002 e che si fa preferire per il maggiore atletismo.
Non ha mai giocato in serie A, Elton Tyler, ma è un veterano della Legadue, un giocatore dal rendimento garantito che in questi anni, spesi tra Ragusa, Montegranaro, Imola, Caserta e Pistoia, ha sempre viaggiato attorno ai 15 punti e 7-8 rimbalzi di media.
Ottimo tiratore da tre punti (quest’anno a Pistoia viaggiava attorno al 46%), per il Club potrebbe integrarsi alla perfezione al fianco di Jamison, ma anche adattarsi a fare il pivot al fianco di Nnamaka e Allegretti quando Harold rifiaterà in panchina.
In fondo, è prassi consolidata per i migliori Usa di Legadue approdare in serie A, ed in queste stagioni questo tipo di esperimenti è riuscito spesso con successo, per cui non si tratterebbe certo di una scommessa.
Al momento Tyler è seguito anche da Pistoia, che lo vorrebbe confermare in Legadue, e in serie A anche Udine ci sta facendo un pensierino: difficile fare pronostici, si saprà qualcosa in più nei prossimi giorni.
Chi la serie A italiana (ed anche ucraina, dove ha giocato in questa stagione) la conosce bene è Jacob Jaacks, che ha giocato in Legadue a Pavia e in serie A a Biella e Udine.
Anche lui in doppia cifra di media nella massima serie, viene definito un agonista e lottatore e potrebbe tornare a giocare in Italia quest’anno dopo un’esperienza in Ucraina.
Questi alcuni dei candidati, ma già da oggi, con il ritorno di Valli, si comincerà a delineare un quadro più preciso.
Al momento comunque, prende strada l’ipotesi di ingaggiare un lungo esperto ed una guardia giovane, tra quelle viste dal coach bianconero alle Summer League.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.