Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La “sterzata” è arrivata. Ma si è almeno sentita? Solo loro, quelli che calcano il parquet, fanno canestro e difendono, cioè i giocatori, possono dirlo.
“Secondo me non è che ci fosse bisogno di tutta sta sterzata – è onesto Chris Zanus Fortes, pivot dei Crabs – anche se i problemi ci sono e noi dobbiamo solo accettare la decisione della società e pensare a lavorare e a vincere, visto che siamo pagati per questo. Personalmente mi dispiace per Massimo, che è un amico e come quella volta a Varese paga colpe non sue, ma nostre. Purtroppo lo sport è così: noi dobbiamo voltare pagina e correggere le imperfezioni”.
Tra i primi diktat di Giancarlo Sacco, l’abbandono progressivo del triangolo per passare a ruoli più chiari e definiti. “Premesso che secondo me non siamo in una crisi profonda – continua Zus – il nuovo coach, che ho avuto già a Varese nel 2001, sta cercando di darci dei punti di riferimento più precisi. Il triangolo lo faremo lo stesso in avvio delle azioni, ma poi faremo in modo che la palla arrivi agli attaccanti più pericolosi senza che questi debbano improvvisare. Imola è gasata? Meglio, noi siamo arrabbiati e vogliamo vincere. Penso che ce la possiamo giocare, un successo potrebbe darci quella fiducia che ora un po’ manca”.
Tra i leader riconosciuti della nuova era – ma poi anche della vecchia, fondamentalmente – c’è capitan German Scarone, pure lui amareggiato per l’esonero di Galli ma adesso concentrato verso un derby da vincere a tutti i costi.
“Cedro è stato il capro espiatorio di una situazione di cui tutti siamo responsabili, per cui mettiamoci una mano sul cuore e vediamo di tirare fuori gli attributi. Tutti quanti, io per primo, dobbiamo cercare di essere più lucidi e determinati nei momenti clou delle partite. Il derby è sempre il derby, il PalaCattani sarà una bolgia ostile ma spesso è da partite così che puoi trovare la linfa giusta per risalire. Sacco? E’ preparato, un bravo coach, ma sta a noi giocare per la maglia e regalare ai tifosi un successo che varrebbe doppio”.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.