Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

COME vuole la tradizione, anche quest’anno la prima partita ufficiale dei Crabs cade in occasione del trofeo di San Marino, la manifestazione organizzata all’interno del Meeting per l’amicizia tra i popoli. L’appuntamento è per domani sera, sulle tavole del palasport Flaminio (h. 21.30, l’ingresso è libero). Avversaria dei granchi, quella Carife che la scorsa primavera è salita in serie A. «Un Ferrara che ha ripreso ad allenarsi il 9 agosto e che pertanto ha una decina di giorni di lavoro in più nelle gambe rispetto a noi», osserva Massimo Galli, che per questo esordio si aspetta «…una Coopsette all’altezza dal punto di vista dell’impegno, dell’entusiasmo. E’ chiaro che alle spalle abbiamo poco basket, in chiave tecnica non posso pretendere niente di particolare». Ci sono poi un paio di malconci da mettere in conto, aggiungiamo noi. Ieri, infatti, sono rimasti fermi due dei tre senatori, Sandro De Pol (foto) e Cristiano Zanus Fortes, alle prese con dei leggeri risentimenti muscolari. Niente di grave, comunque, con la coppia che già oggi dovrebbe rimettersi al lavoro. «Però non li vogliamo assolutamente rischiare, non è proprio il caso», precisa il coach dei Crabs, che sin dalla palla a due butterà nella mischia i due americani e il polacco Kesicki. D’altronde la curiosità in questo precoce debutto è tutta rivolta ai volti nuovi, in particolare a Phil Goss e Chris McCray, i due mori che dovranno regalare pericolosità (e punti) sul perimetro ai biancorossi.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.