Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Quando il tabellone luminoso dell’Adriatic Arena di Pesaro ieri sera ha segnato il +34 finale per la Scavolini, pochi dei tifosi locali poteva credere ai propri occhi: la corazzata Virtus, imbattuta ed apparentemente imbattibile, era stata non solo superata ma addirittura ridicolizzata. L’ultimo quarto, iniziato già sul +14 pesarese, aveva messo a referto un irreale 32-12 che, realizzato in soli 10′, se non è un record poco ci manca. Se non ci credevano i tifosi pesaresi, poi, figuratevi quelli bianconeri, che in soli 7 giorni avevano visto l’armata invincibile dei propri eroi trasformarsi in gruppo spaurito e distrutto al confronto del quale anche l’orrida Virtus dello scorso anno avrebbe fatto la sua figura. Banale ma fondamentale, ora urge cambiare immediatamente registro. Male anche Ferrara, schiantata ieri da Siena sin dalla prima palla a due: in questo caso, però, la nota differenza tecnica tra le due formazioni non lasciava spazio a voli pindarici, quindi si tratterà di uno stop di certo duro ma senza troppi strascichi. E’ andata a finire che, a salvare la giornata delle nostre squadre, è riemersa la malmessa Fortitudo, che senza incantare ha comunque colto sabato un successo decisamente fondamentale contro Rieti: i biancoblù devono ringraziare il santo del giorno, Qyntel Woods, che con 30 punti ed un mare di altre piccole cose ha ingentilito una serata in verità non troppo foriera di buone notizie. L’importante era vincere, per il bel gioco si lavorerà con calma. In Lega Due Reggio Emilia ha perso ancora, stavolta in casa contro Casale Monferrato, e a questo punto la parola crisi non è per niente fuori luogo: fiele anche per Rimini, superata in casa da Sassari, mentre Imola ha colto un successo determinante per la salvezza contro l’ambiziosa neopromossa Venezia, grazie ai 29 punti del solito Joe Bunn.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.