Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Heinrich papà, Infante in trincea per la causa azzurra, Melli che migliora e così gli altri infortunati, Smith e Young… motorizzati. La Trenkwalder, in vista di un altro collaudo importante qual è il torneo di Imola, non si fa mancare emozioni e novità. Resta il fatto che il coach Franco Marcelletti deve continuare a lavorare a ranghi incompleti, per un motivo o per quell’altro.
Chris Heinrich ha lasciato ieri mattina il gruppo per recarsi a Passau, nei pressi di Monaco di Baviera, nel cui ospedale la moglie Adisa ha dato alla luce (erano le ore 18,11) la piccola Emma Isabella. L’americano con passaporto crucco ha vissuto la giornata più bella della sua vita, ricevendo in «diretta» gli auguri e le felicitazioni di compagni di squadra, staff e società, ai quali aggiungiamo i nostri.
L’INFERMERIA. Chris, finalmente ristabilitosi dall’infortunio, era rientrato regolarmente nei ranghi biancorossi da un solo giorno. Dovranno invece avere un po’ di pazienza Nicolò Melli e Luca Campani, gli altri due lunghi: ieri mattina lo specialista Rodolfo Rocchi ha sottoposto entrambi gli atleti a una visita di controllo riscontrando dei miglioramenti. L’infiammazione che bloccava un ginocchio di Melli si è notevolmente ridimensionata: il giocatore seguirà un programma di potenziamento muscolare sino a domenica, poi potrà aggregarsi di nuovo alla squadra.
Anche Campani migliora e oggi inizierà a lavorare in piscina, sotto gli occhi attenti del medico sociale Giovanbattista Camurri e dei preparatori Gigi Vercalli e Gabriele Rossi.
Fermo è anche Filippo Masoni che deve smaltire una distorsione patita alla caviglia destra durante l’allenamento di due giorni fa. L’infermeria della Trenk segnala anche problemi, sia pure lievi, per lo sloveno Davorin Skornik: si tratta di una contusione al ginocchio sinistro patita in allenamento. Lo staff medico ha dato l’alt al giocatore sino asabato, quando tornerà a visitarlo.
IL TORNEO. Un allenamento oggi, una seduta di tiro domattina e poi la partenza per Imola. La Trenkwalder parteciperà al torneo Tecknotrad Città di Imola che, sul parquet del PalaRuggi, prenderà il via alle ore 20 con la sfida tra Pavia e Jesi.
La Trenkwalder entrerà in scena alle ore 22, contro i padroni di casa. Venerdì alle 20 ci sarà la finalina e alle 22 il match che assegnerà il trofeo. I biancorossi di Marcelletti beneficeranno poi di due giorni di riposo assoluto: torneranno a sudare lunedì, ci saranno anche Heinrich e Melli.
INFANTE. La torre reggiana, a Torino, va intanto a disputare il macth decisivo per l’accesso dell’Italbasket all’Europeo. Gli azzurri di Recalcati debbono battere la Bulgaria per puntare al secondo posto nel girone, sempre che sabato la Bulgaria perda poi contro la Serbia.
Ieri mattina Infante ed altri azzurri, tra i quali gli ex reggiani Cittadini e Mordente, sono andati in visita al carcere minorile Ferrante Aporti trascorrendo alcune ore coi i suoi giovani ospiti, tra domande, firme di autografi e un filmato sul basket.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.