Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

L’ENTUSIASMO ritrovato. C’è voluto un anno a cancellare una ferita grande così, la ferita della retrocessione. C’è voluto un anno per riaccendere i motori e ripartire in grande stile. C’è voluto un anno, ma ora il presidente biancorosso Stefano Landi pare davvero aver ritrovato un entusiasmo grande così. Un po’ perché i tifosi stanno sottoscrivendo tanti abbonamenti, un po’ perché è convinto di aver costruito un’ottima squadra, un po’ perché le dichiarazioni di Sonia Masini sul nuovo palasport gli hanno riacceso tante speranze. Fatto sta che Landi non vede proprio l’ora di riparitre e, probabilmente, domani sera seguirà la squadra nel torneo di Pistoia a dimostrazione della sua passione ritrovata.
Presidente, arrivano tante buone notizie: da dove partiamo?
«Beh, direi dal palasport, sapete quanto ci tengo…».
Forse qualcosa si sta muovendo per davvero…
«Martedì ero a Castelnovo Monti e quando ho sentito la Masini parlare del progetto della Provincia per costruire un nuovo palasport è stata dolce musica per le mie orecchie. Mi ha fatto estremamente piacere».
Non teme che possa essere un’altra boutade?
«No, sono certo che si tratta di un segnale forte e che sia la strada giusta per arrivare finalmente alla costruzione di un nuovo impianto».
Lei era sfiduciato e ora, invece, torna a sperare…
«Ero sfiduciato perché negli ultimi mesi intorno al progetto del palasport era calato il silenzio più assoluto. Nessuno, a livello comunale, mi aveva più contattato. Magari stanno lavorando, io non lo so. Ora, è ovvio, abbiamo ritrovato la speranza e nei prossimi giorni chiederò un incontro con i vertici della Provincia per approfondire il tema e anche per dare la nostra disponibilità nel caso ci fosse bisogno di un nostro aiuto».
Intanto sta nascendo la nuova Trenkwalder…
«Sì, io ho visto la gara con la Fortitudo e anche un paio di allenamenti e devo dirvi che i ragazzi mi sono piaciuti. E’ ovvio che stiamo facendo i conti con gli infortuni ma mi sbilancio un po’ e vi dico che ho trovato un ottimo gruppo e un buon ambiente. Mi ha fatto piacere vedere che Heinrich è quasi recuperato: una buona notizia».
E’ vero che ha sferzato la squadra?
«No, ho detto solo due parole. Niente di speciale…».
Lei è ottimista ma anche i tifosi…
«Sì, è vero: gli abbonamenti stanno andando alla grande. A Reggio c’è una grandissima passione, quasi incredibile. Vi dirò di più: anche dagli sponsor stiamo ricevendo risposte importanti e presto dovrebbero entrare nuovi marchi. Tutto questo, però, mi fa anche venira un magone grande così…».
Perché?
«Perché sono ancora più amareggiato dal fatto di non essere in serie A. Lo ripeto: questa città se la merita, la serie A. E quest’anno proveremo, a riconquistarla, anche se non sarà facile».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.