Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alvin Young ha risposto ad alcuni quesiti che gli abbiamo girato sulla situazione poco esaltante che sta vivendo la Trenkwalder.
Sabato sera il terzo stop di fila, è preoccupato della situazione che si è creata?
«No, abbiamo giocato nel modo giusto e sono certo troveremo la chiave per vincere ancora».
Può spiegare cos’è successo nella parte finale dell’ultimo quarto di gara?
«La Vanoli è una squadra eccellente in casa. Gli episodi non sono stati a nostro favore. Aggiungiamo gli errori, il quadro è spiegato».
Palle perse, problemi nell’area colorata.
«La fisicità e l’atletismo sotto canestro sono venuti a mancare. Da lì è arrivata la nostra sconfitta».
Può spiegare le ragioni di questo calo?
«Ci sono stati errori, ma l’intensità non è mai venuta meno».
Perché nel corso degli ultimi 5 minuti di gioco, ha avuto solo una possibilità di andare a bersaglio?
«Episodi, ma nella squadra ci sono altri giocatori che possono gestire il possesso decisivo».
Il primo posto si sta allontanando.
«Diventa duro raggiungerlo ma non impossibile».
Il rendimento di Bryant Smith sta calando, sa spiegarne le ragioni?
«Stiamo parlando di un giocatore molto versatile che sa fare molte cose buone per la squadra e un giocatore non deve essere giudicato solo per ciò che appare dalla statistiche, una chiave di lettura limitata».
Mercato
Contatti frequenti con gli Usa. La Trenkwalder aspetta segnali dall’altra parte dell’Oceano ma la situazione che riguarda Erik Daniels non sembra sbloccarsi. Il giocatore americano non è molto propenso a trasferirsi in Legadue. Una serie A italiana, una formazione che prende parte alle coppe europee ha un’altro appeal rispetto alle formazioni della seconda lega del campionato italiano. La società biancorossa conta ancora di poterlo agganciare ma la strada non è spianata come sembrava sino a qualche giorno fa. Daniels veste i colori della formazione di Erie BayHakws nella Nbdl, una lega di sviluppo per i giocatori che ambiscono all’Nba. Nel corso delle tre gare giocate, sta viaggiano forte con oltre 21 punti e 10 rimbalzi di media. A frenare un suo approdo in Europa, c’è anche il problema che riguarda l’All Star Game che l’ala del Kentucky vorrebbe giocare. Aggiungiamo che il club biancorosso dopo un eventuale via libera col giocatore, dovrebbe provvedere a scucire un assegno anche di 40mila dollari di buyout. Trattativa che vive una fase di stallo, dato che il giocatore americano spera di trovare un contratto di 10 giorni nell’Nba. Il suo club è legato ai Cavs e ai Sixers. Altri giocatori validi in giro non ce ne sono, chi li ha se li tiene. In Europa ci sono club che rischiano di saltare, tra questi il glorioso Zalgiris Kaunas.
Jesi cambia
Il ritorno a Jesi di Andrea Zanchi non è stato fortunato. La società marchigiana ha preso ieri la decisione di sollevarlo dall’incarico di capo-allenatore della Fileni. Al suo posto l’assistente Luca Ciabocco.
Riunione in Legadue
A Bologna si sono dati appuntamento i club che giocano la Legadue. Sul tavolo la scelta del nome che dovrà subentrare al dimissionario Valentino Renzi passato alla Lega di A.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.