Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Le prime sedute di allenamento della Trenkwalder, hanno messo in evidenza un pimpante Matteo Maestrello. L’esterno trevigiano di scuola ma estense di residenza, ha subito messo in evidenza una condizione fisica invidiabile.
«Parto con l’ambizione di poter far meglio dell’anno scorso -attacca- anche perché sono convinto che la squadra che avremo, sia migliore rispetto a quella che avevamo nella scorsa edizione. Nel momento in cui avremo l’organico al completo, potremo capire quello che potremo fare».
Com’è stata la sua estate?
«Un po’ tribolata per una fastidiosa pubalgia che m’ha creato qualche preoccupazione».
Adesso come va?
«Sto decisamente meglio anche perché ho lavorato per essere pronto e preparato al raduno della squadra».
Sono quindi di escludere sue pause nella preparazione?
«In teoria no, anche perché ho lavorato per farmi trovare pronto all’appuntamento».
Fa parte del poker di giocatori reduci dalla scorsa stagione, che effetto le fa?
«Oltre che andare in campo per far del mio meglio, dovrò far capire ai nuovi arrivati la tipologia dell’ambiente in cui si troveranno, Le caratteristiche della piazza e del gioco che vuole impostare il tecnico».
Quale ruolo avrà in squadra?
«Dovrò entrare dalla panchina con licenza di sparare e colpire a raffica, ma sono pronto a tutto. Dove Franco (Marcelletti) me lo chiederà, io agirò. Non ho preclusioni, basta aiutare la squadra a cogliere risultato. Sono disposto a far di tutto, anche giocare sotto canestro se necessario».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.