Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il calendario di Legadue ha riservato alla Trenkwalder un avvio davvero da brividi. All’esordio del 5 ottobre, i biancorossi affronteranno infatti in casa l’Umana Reyer Venezia, per poi rendere visita alla Nuova Pallacanestro Pavia. Una partenza che metterà di fronte agli uomini guidati da Marcelletti le squadre più attrezzate del campionato, che non fanno misteri di voler recitare una stagione da protagoniste. Nelle altre due partite successive al Palabigi, la Trenkwalder incontrerà altri due ossi duri come la Vanoli Soresina e la fastweb Casale Monferrato.
Marcelletti, quali sono le sue considerazioni sul calendario che è stato stilato?
«Abbiamo effettivamente un avvio di campionato duro. Nella prima giornata affrontermeo una forte neopromosa come Venezia, poi ci capiterà una trasferta su un campio insidioso come quello di Pavia. Poi consecutivamente Soresina, Veroli e Casale Monferrato, compagini molto accreditate».
Come fronteggiare queste iniziali difficoltà?
«L’inizio è durissimo ma nel girone d’andata disputeremo in casa otto partite su quindici e dunque il nostro compito sarà quello di sfruttare al meglio il fattore campo. Alla fine tutti i calendari nascondono dei pro e dei contro, e prima o poi le squadre vanno affrontate tutte. E’ chiaro che se all’inizio avremo questi banchi di prova importanti, poi avremo un calendario leggermente più morbido in seguito, ma cambia poco».
In effetti va sottolineato che la Legadue di quest’anno si contarddistingue per un livello tecnico davvero molto alto.
«Certamente, sono davvero tante le formazioni che possono ambire a fare bene nella stagione che va iniziando. Non va data eccessiva importanza al calendario perché abbiamo visto anche nella scorsa stagione che questo è un campionato lunghissimo, destinato a fornire sempre sorprese. Sarà un torneo bello, intenso e pieno di incertezze».
Chi indica tra le squadre più pericolose?
«Sono tante: mi vengono in mente Varese, Scafati, la stessa Pistoia. Tutte squadre che hanno compiuto dei veri botti in sede di mercato. Facile prevedere che contro ognuna di queste ci sarà davvero da lottare, senza ovviamente dimenticare quelle che affronteremo proprio all’inizio».
La Trenkwalder dove si pone?
«Diciamo che proveremo a fare il massimo. Dipende in quanto tempo riusciremo ad amalgamare la squadra, visto che abbiamo diverse novità al nostro interno. Un nuovo americano, Smith, un giovane che avrà un ruolo importante come Nicolò Melli, e due play nuovi come Fultz e Masoni. Tutto è vincolato a quanto tempo ci metteremo a diventare una squadra».
In molti hanno affermato che la nuova Trenkwalder è stata creata a sua immagine e somiglianza. Concorda?
«E’ vero. Penso che sia stata costruita una squadra solida. In effetti mi piace la gente che si sbatte per la maglia biancorossa. Sarà una squadra che ancora una volta partirà dalla difesa. Ne approfitto per ringraziare Dalla Salda, Landi e Rabitti di avermi messo a disposizione questo organico».
Obiettivo?
«E’ indubbio che proveremo a migliorare il risultato dell’anno scorso. Non vogliamo però regalare illusioni, e dunque aspettiamo prima di lanciare proclami».
SARCIA RINNOVA. Sarcia T and T dei fratelli Sergio e Andrea Soliani ha rinnovato il suo rapporto con la società e farà ancora parte del pool di sponsor biancorossi.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.