Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

E’ IL VASCO-DAY. No, non c’entra il sound del Rossi-nazionale, parliamo di Vassil «Vasco» Evtimov, il gigante bulgaro che la Trenkwalder ha in pugno. Evtimov è a Reggio da domenica sera, con la società biancorossa non ha faticato a raggiungere un’intesa economica, ma prima dell’annuncio ufficiale si attende il responso delle ultime visite mediche. Fondamentali, perchè la Trenkwalder non vuole correre rischi. Ha necessità di un giocatore integro e pronto a calarsi immediatamente e in condizioni ottimali nella realtà del campionato che riserverà un dicembre intenso e molto importante per il futuro.
OGGI, AL MASSIMO domattina, la decisione finale. I primi riscontri delle visite alle quali si è sottoposto il quasi 32enne pivot sono stati rassicuranti. Evtimov in passato aveva sofferto di problemi cardio-vascolari, pienamente superati. L’attenzione dello staff sanitario biancorosso si è concentrata su un’infiammazione articolare. E’ stato disposto anche un consulto specialistico. Se i medici giudicheranno che il fastidio non può riservare sorprese, di fronte ai carichi di lavoro, le ultime remore verranno sciolte. E la Trenkwalder metterà nero su bianco, mettendo a disposizione del coach Marcelletti un giocatore di assoluto valore per la Legadue.
SIGLANDO nel contempo il divorzio con Chris Heinrich, necessario per regolamento. Heinrich rischia di chiudere la sua esperienza in maglia reggiana dopo sole nove partite. Il suo rendimento non ha soddisfatto, a lui si chiedeva maggiore efficacia e continuità sotto canestro. Dove già la Trenkwalder deve fare i conti con i problemi cronici di Infante. Costretto ad allenarsi a singhiozzo per le infiammazioni tendinee delle ginocchia. La soluzione Evtimov sarebbe un indubbio salto di qualità. Bulgaro in possesso di passaporto francese, dunque comunitario, Evtimov è alto 208 centimetri e pesa 120 chilogrammi. Un «bestione» che ha speso la sua carriera tra Italia, Spagna, Slovenia e Francia, giocando anche per quattro stagioni in Eurolega. Con le squadre italiane, Evtimov ha avuto quattro esperienze positive: due volte a Bologna, sponda Fortitudo, a Roma e a Capo d’Orlando. Negli ultimi due campionati, Evtimov ha giocato nel Valladolid, in Spagna, dove ha viaggiato ad oltre 6 punti e 6 rimbalzi a parrtita.
ASSOLUTAMENTE significativa la sua esperienza a Capo d’Orlando, dove è arrivato nel febbraio 2006. Qui «Vasco» ha giocato alla grandissima: 14 partite con le strepitose medie di 14,8 punti e 13,6 rimbalzi. Sarebbe la prima esperienza del pivot bulgaro in seconda serie, ma le motivazione e la carica del giocatore sembrano al giusto livello.
IERI INTANTO, la squadra ha ripreso la preparazione in vista della 10ª giornata che vedrà i biancorossi affrontare in trasferta la Fileni Jesi alle 18.15 di domenica. Doppia seduta, è rimasto a riposo, come da programma, Luca Infante; tornerà in gruppo domani. Fermo anche Filippo Masoni che si riaggregherà al gruppo già oggi. Non si è allenato neppure Chris Heinrich per i postumi della botta alla schiena rimediata domenica; tornerà ad allenarsi oggi, sempre che nel frattempo non venga risolto il suo contratto.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.