Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Fantastica partita della Virtus, che nonostante le assenze di Giovannoni e Vukcevic porta a casa la partita contro una signora squadra come Kiev, che pur senza il bomber Clay Tucker (caviglia) si è confermata bruttissimo cliente. Oltre alla vittoria, e al primo posto provvisorio nel girone, è importante rimarcare che l’atteggiamento di stasera è stato ben diverso da quello visto nelle altre partite di coppa; i bianconeri stasera hanno giocato per davvero, e per applicazione difensiva è forse la miglior partita dell’anno. In condizioni precarie, e con grandissimi problemi di falli, le Vu Nere hanno espresso il 101%, trovando soluzioni anche di emergenza (Ford da “4”, la zona) che però – per un motivo o per l’altro – hanno funzionato. Il maggior contributo è venuto dai “soliti” Boykins (15 e 6 assist) e Langford (19 e 5 rimbalzi), e da Rayshawn Terry, sempre più inserito nel meccanismo bianconero. Questa sera per lui 14 punti, 9 rimbalzi e soprattutto il canestro che ha chiuso la partita a 9 secondi dalla fine, nonostante una brutta botta alla schiena patita nel quarto quarto. Ma davvero onore a tutti, anche a Roberto Chiacig che dopo una partenza disastrosa è stato davvero importante nell’ultimo periodo.
Kiev, allenata da Sasha Obradovic, vecchia conoscenza del basket italiano, si è confermata squadra davvero ostica. Nonostante l’assenza di Tucker e la brutta partita di Penn, gli ucraini sono sempre rimasti attaccati alla partita, abbassando il ritmo e trovando canestri soprattutto da Wright, Bajramovic e Markoishvili e capitalizzando spesso sui mismatch. Nell’ultimo quarto, però, contro la zona virtussina gli ospiti sono andati totalmente in tilt, sbagliando tantissimi tiri aperti e subendo uno 0-13 che si è poi rivelato decisivo. Nel finale sono riusciti però a ricucire parte dello strappo, e a perdere di sole quattro lunghezze, cosa che in ottica differenza canestri potrebbe rivelarsi importante.
Cronaca: la Virtus parte con applicazione difensiva finora mai vista in coppa, negando ogni tiro facile agli avversari. La cosa dà i suoi frutti: 8-2 immediato, poi vantaggio mantenuto fino al canestro di Boykins per il 18-10 della prima sirena, con grande impatto del play di Cleveland (4 assist) e di Ford.
Nel secondo quarto la pressione un po’ cala, anche perchè la doppia assenza di Vukcevic e Giovannoni costringe Boniciolli a rotazioni ridotte e a parecchi minuti di Ford da numero quattro di fianco a un deleterio Chiacig. La partita si incattivisce un po’, anche, e non manca qualche colpo proibito in qua e in là. Bolognafiere, che accusa problemi di falli in tutto il settore lunghi, riesce comunque a conservare metà del vantaggio e va al riposo avanti 34-30 nonostante l’impatto di Bajramovic.
Dopo la pausa il quarto fallo di Ford costringe la panchina bianconera a quintetti con quattro piccoli più Chiacig e a lunghi minuti di zona, trovando punti sopratutto da Langford. Kiev però è spietata, e punisce regolarmente in post basso con l’uomo di Boykins e da fuori con quello di Chiacig, riuscendo in breve a ricucire lo strappo e a mettere il naso avanti: 49-52 al 30°.
Ultimo quarto: c’è subito il quinto fallo di Ford, che esce dalla partita. Nonostante questo la Virtus parte 13-0, con un grande Boykins e con una valanga di tiri aperti sbagliati da Kiev contro la zona bianconera, più perse a profusione. Il primo canestro ucraino arriva sul 62-52, a 2’39 dal termine, ed è il primo di un parziale di 6-0 che porta Kiev a -4 e palla in mano. A 41” dalla sirena c’è però l’ennesima persa degli ospiti, ma non è assolutamente finita. Fallo sistematico su Langford che fa ½. Bajramovic a 20” mette una tripla pazzesca per il 63-61. Ancora Langford in lunetta, e stavolta la mano non trema. Wright firma ancora il -2, e dopo una rimessa complicata è Terry a finire in lunetta a 9”. Ne segna solo uno, ma prende il suo rimbalzo e mette il canestro che vale la partita, prima che Penn metta un libero per il 68-64 finale. Sabato arriva Pesaro, altra partita fondamentale prima della Coppa Italia.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.