Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

L’uomo della provvidenza si chiama Jacob Pullen, play ventitreenne di 1 e 82. Uno che la stagione scorsa a Biella ha viaggiato a 16 punti a partita e, nella prima uscita in maglia Virtus, ne ha messi a segno più di 20. Ancora fuori dai meccanismi, fisicamente non al top, ma in grado di dare subito un’impronta importante. Possiamo dire che la V nera ha trovato il suo Alibegovic? No, sarebbe troppo, perchè quella con Reggio Emilia,ricorsi storici, non era una partita senza domani, però è innegabile che il ragazzo abbia cambiato volto alla sua nuova squadra. Smith ha giocato una partita da 6, una chicca rispetto alle ultime da 4 e Hasbrouck ha mostrato, nel terzo e nel quarto quarto, qualche timido segnale di vivacità. La sensazione è che l’arrivo del connazionale li abbia moderatamente stimolati. Parliamo, comunque, di due che qui non vorremo più vedere neanche in fotografia, però la speranza
è che chiudano la loro avventura bolognese con un po’ di dignità. Pullen, invece, è uno che, se è questo, saremmo lieti di apprezzare con la canotta bianconera anche nella stagione 2013-2014, però bisogna capire con chiarezza che tipo di formazione Sabatini, o chi per lui, voglia allestire. Jacob è un giocatore da Eurolega, non di prima fascia, okay, ma non da salvezza. Prima di fare mercato bisogna capire la filosofia di un progetto e, ad oggi, Claudio non mi ricorda Socrate…

Servizio di Jack Bonora
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/virtus_20130319.mp4

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.