Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Società Coni Servizi spa, nel far seguito alla dichiarazione del Vice Direttore Generale Stefano Bovis, in relazione agli impegni assunti nella lettera, pervenuta in data odierna, dal sindaco di Bologna, Virginio Merola, ha disposto una proroga alla chiusura del Centro Sportivo Sterlino, fino a mercoledì 25 gennaio 2012, per consentire l’adempimento degli atti necessari per la offerta di acquisto.

LE DICHIARAZIONI DI STEFANO BOVIS

‘’E’ dal 2005 che la Coni Servizi ha formalizzato l’intenzione di alienare il Centro Sportivo Sterlino – spiega il vice direttore generale di Coni Servizi, Stefano Bovis, che ha seguito la vicenda direttamente – in primo luogo rivolgendosi al Comune di Bologna, individuato come soggetto prioritario. Nel dicembre 2010, avendo il Comune dichiarato di non poter procedere all’acquisto, la Societa’ ha esperito una procedura di gara per la vendita dell’impianto che pero’ non ha avuto buon esito. Nel 2011 ha manifestato interesse all’acquisto la Fondazione Carisbo interesse che tuttavia in seguito non si e’ concretizzato. Successivamente il Comune di Bologna ha annunciato il suo interesse, ribadito nel settembre 2011 dall’Assessore allo Sport, Rizzo Nervo, sulla cui base Coni Servizi ha deliberato la prosecuzione della convenzione d’uso dell’impianto in favore del Comune di Bologna fino al 31 dicembre 2011 per consentire allo stesso di portare a termine l’iter amministrativo di acquisto”.

“Nel novembre, non essendoci stato nessun atto conseguente, si e’ reso inevitabile da parte di Coni Servizi di confermare la cessazione della convenzione e la chiusura dell’impianto al 31 dicembre. A tale decisone ha fatto seguito una nuova manifestazione di interesse all’acquisto da parte del CUS Bologna, formalizzata in termini molto generici ai primi di dicembre e confermata nel corso di un incontro immediatamente organizzato da Coni Servizi al riguardo. Al CUS bolognese e’ stato chiesto di formalizzare l’interesse con una offerta irrevocabile di acquisto debitamente cauzionata. Il 19 dicembre il CUS Bologna faceva presente di non essere in grado di formalizzare in tempo la proposta di acquisto’’.

Nonostante il periodo festivo il presidente del Coni Gianni Petrucci e l’amministratore delegato della Coni Servizi spa, Raffaele Pagnozzi hanno mantenuto operative le proprie strutture risultando raggiungibili. ‘’Il Consiglio di Amministrazione della Coni Servizi, debitamente informato, non poteva quindi che confermare la decisione gia’ assunta. Ieri alle ore 17.15 – conclude Bovis – e’ stata inviata dall’Assessore allo Sport di Bologna, Rizzo Nervo, e dal CUS Bologna una richiesta di ulteriore proroga con allegato un Ordine del Giorno della Giunta Comunale, che peraltro non esprime alcuna formale proposta ma si limita a ribadire un generico interesse a che il Centro Sportivo, in particolare la piscina, possano continuare ad essere utilizzati dalla collettivita’’’.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.