Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Queste le dichiarazioni dei protagonisti dopo la spettacolare partita tra la Premiata Montegranaro e la Fortitudo Bologna, conclusasi 91-89 per i padroni di casa (nella foto una schiacciata di Brandon Hunter).
Alex Finelli è visibilmente soddisfatto per la vittoria dei suoi: “E’ stata una partita di grande cuore: abbiamo patito molto le loro penetrazioni per 30′, poi con la zona siamo andati meglio. Siamo solo alla seconda settimana di lavoro tutti insieme ma i miglioramenti sono già visibili soprattutto in attacco ed abbiamo ancora molte risorse da scoprire. Non tutti sono in perfette condizioni fisiche. Comunque presto saremo al top”. La svolta del match c’è stata quando coach Finelli ha schierato i suoi due lunghi contemporaneamente: “era una situazione che non avevamo mai provato, per via del fatto che siamo da poco insieme. Sono contento che abbia funzionato”. Infine sottolinea l’intensità della Premiata ed il feeling con i tifosi: “c’è una bella energia che si crea col nostro pubblico e che si alimenta da entrambe le parti: se il pubblico vede una squadra che in difesa si sbuccia le ginocchia e in attacco gioca passandosi la palla, si esalta più facilmente. Adesso dovremo lavorare in vista della prossima trasferta a Milano, dove non avremo il nostro pubblico e dovremo giocare con ancor più intensità”.
Coach Sakota parla per i suoi di stanchezza soprattutto nel gestire il finale: “dovevamo essere più intelligenti, soprattutto contro la zona. Abbiamo smesso di giocare di squadra, probabilmente per colpa della stanchezza. In ogni caso non cerchiamo scuse: Montegranaro ha giocato molto bene e meritato di vincere.” Poi un appunto anche sulla difesa: “C’è da lavorare di più nella metà-campo difensiva. Attualmente siamo la squadra che peggio difende le situazioni di post-basso”.

Parla anche Cavaliero, che sottolinea il carattere della squadra: “E’ stata una partita tosta, molto importante la vittoria. Sono migliorato lavorando tanto”. Per lui, un ex, partita speciale: “E’ normale che fosse importante vincere perché avevamo di fronte una grande squadra, al di là del mio passato”. Infine Helliwell si dice contento per i propri miglioramenti: “Rispetto a due settimane fa sono molto meno stanco e in miglior condizione fisica. Sono fiducioso per il futuro

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.