Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20131118.mp4

Senza i nazionali e i tanti giocatori ancora fermi, da Stojanovic a Cherubin, il cui rinnovo contrattuale sembra sempre più vicino, ma pure Natali, Cech, Gimenez e Mantovani, il Bologna ha aperto le porte ai tifosi per un’amichevole in famiglia, tra la prima squadra e la Primavera rafforzata da qualche giocatore voluto da Pioli. Poche le indicazioni ricevute, se non che Curci e Agliardi si sono scambiati posto, così come Bianchi e Cristaldo hanno giocato in un 3-5-2, poi sostituiti da Moscardelli e Acquafresca. In vista della partita con l’Inter solo ipotesi. Per ora la certezza che in porta ci sarà ancora Curci e che la difesa rimarrà a tre. Oggi Krhin si è esibito al centro della stessa, in quella posizione che fino ad ora gli ha dato le maggiori soddisfazioni. Poi chissà se Pioli potesse pensare ad un 3-5-2 con Diamanti centrocampista come quando gioca con Prandelli, magari accanto a Perez e Laxalt oppure mantenere il 3-5-1-1 che finora qualche soddisfazione in più l’ha comunque data.
Stasera gioca l’Italia, con Diamanti ancora in panchina, poi l’Uruguay di Perez, la Svezia di Antonsson e la Grecia di Kone e Christodoulopoulos. Da giovedì Pioli ritroverà tutti i suoi, ma fin da domani o mercoledì si potranno avere le idee un po’ più chiare, visto che il duo o il trio d’attacco sarà già a casa.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.