Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Questi i commenti dei 2 allenatori di Scavolini Spar e La Fortezza dopo il posticipo che ha concluso l’ultima giornata della Serie A TIM. “Abbiamo giocato 4 partite – ha affermato il tecnico della Scavolini Spar Stefano Sacripanti (nella foto con il Presidente Stefano Vellucci) e ne abbiamo perse 2 con un errore al tiro da tre di Carlton e qualche episodio nel caso della partita contro Milano: a questo proposito vorrei dire che mi piace l’idea che giochiamo tutte le partite fino alla fine per poter vincere. Oggi alla lucidità difensiva abbiamo aggiunto qualcosa in attacco: siamo riusciti in tutto quello che avevamo preparato in difesa negando il pick and roll a Boykins ed i blocchi ai tiratori di Bologna e attaccando Boykins in post basso, tutto il resto è stato lavoro di squadra nel quale tutti si sono espressi al meglio. Avevo paura di arrivare alla fine della partita con problemi di falli nel ruolo di play invece sono contento che Sam sia abbia terminato la partita ancora lucido e pronto a giocarsi l’ultimo fallo in quello che è stato un incontro duro e fisico. Rispetto alla partita contro Rieti, quando nella settimana di preparazione in tanti hanno avuto piccoli acciacchi, siamo stati penalizzati dall’assenza di Max ma gli altri non hanno avuto problemi e questo ci ha permesso di allenarci al meglio. La panchina stasera ci ha dato una grandissima mano, tutti hanno dato tanto e credo si sia visto soprattutto in attacco e nella scelta dei tiri che abbiamo preso: meglio di così non poteva andare, stasera ci è andato tutto bene e ad un certo punto entravano tutti i canestri ma noi non ci abitueremo perché sappiamo che non sarà sempre così facile e l’abbiamo visto contro Milano e Rieti quando costruivamo buone soluzioni ma non siamo riusciti a capitalizzare tutto. Sono contento che la gente di Pesaro ci abbia visto giocare una partita in discesa mentre fino ad oggi ci aveva visto sempre tesi e contratti: vogliamo farci amare il più possibile da loro per la grande devozione che ci mettiamo quando scendiamo in campo poi se arrivassero sempre partite come quella di oggi sarei disposto a mettermi io a centro campo a fare flessioni al posto di Hurd!”

RENATO PASQUALI
“Quella di stasera è stata una partita che si commenta da sola, è stata molto solida e fisica e noi non ci siamo opposti ai nostri avversari come serviva per poter lottare ad armi pari contro una squadra come la Scavolini Spar. In settimana avevo parlato con i miei giocatori per far capire loro che nell’incontro di oggi non sarebbe stata questione di fattori tecnici ma sarebbe stato fondamentale avere più intensità ed energia di Pesaro e così è stato. Siamo una squadra nuova e sapevo che serviva uno schiaffone per far capire a qualcuno che nel nostro campionato non si scherza e se non ti presenti al 100% ogni domenica puoi perdere con chiunque soprattutto a Pesaro contro una squadra che ha giocato con cuore ed intensità, cose che certamente non si comprano al supermercato. Mi prendo le mie colpe perché non sono riuscito a far capire quello che serviva, ma sono certo che martedì torneremo in palestra e cercheremo di cambiare mentalità.”

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.