Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20131210.mp4

Con il ritorno del Bologna agli allenamenti l’infermeria dà due risposte: Perez non ha nessuna lesione e dopo alcuni giorni di differenziato e terapie verrà rivalutato anche se difficilmente potrà essere utile domenica mentre sarà Sorensen per un problema all’anca a saltare le prossime due settimane, e tornerà solo con il ritorno in campo dopo la sosta natalizia. Chissà se allora vestirà ancora la maglia del Bologna. Con la Fiorentina, che vorrà far dimenticare la sconfitta di Roma, Pioli potrebbe anche pensare di cambiare modulo tornando a quello con una sola punta e un solo trequartista. Meno offensiva ma più coperta. Dunque 3-5-1-1, con Kone nel ruolo di mezzala insieme a Krhin e Pazienza, oppure con lo sloveno centrale supportato da Kone e Laxalt, quindi Diamanti trequartista e Cristaldo unica punta. Si è già infatti conclusa la serie delle due partite nelle quali, per necessità ma pure per le buone cose fatte vedere con Inter e Parma, Bianchi è partito titolare e la verve con la quale Cristaldo è entrato in campo è promettente.
Intanto si cominciano a fare ragionamenti di mercato, perchè è chiaro che nonostante i ventotto della rosa specialmente a centrocampo manca il giocatore che crea, che possa innescare attaccanti e lo stesso Diamanti. Oggi Stadio fa diversi nomi, a cominciare da Kovacic, per il quale venire a Bologna potrebbe essere una buona soluzione anche perché, i rapporti tra Bologna e Inter sono buoni. Per Valdes, con contratto che scade in giugno, si prospetta un cambio a gennaio, dal momento che le prospettive di rinnovo sono sfumate. Questo giocatore, 32 anni, ha rivestito ruoli di centrale di centrocampo e, di recente, ala pura. In campionato, ha militato in diverse squadre e, cosa non trascurabile, non è…costoso. Potrebbe essere un traguardo accessibile. Dal Genoa, ci sarebbe Lodi ma ha prospettive maggiori e, difficilmente verrebbe in prestito. Nell’Udinese, Pinzi, 32 anni, ha un contratto che lo fermerebbe alla società fino al 2016 ed il suo ingaggio potrebbe essere abbordabile. Nella scorsa stagione ha avuto problemi per tre guai muscolari molto seri ed ora è in panchina. E’ un centrocampista attento che potrebbe essere utile al Bologna. Senza dimenticare che esiste anche il mercato estero, anche questo alle prese con una crisi economica che potrebbe portare diverse squadre a cedere giocatori in prestito anche solo per sgravarsi di un ingaggio.
Senza pensare, comunque, che se dopo Firenze Pioli dovesse toppare la partita con il Genoa potrebbero finire anche le certezze sulla guida tecnica.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.