Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Rientrata nella mattinata di ieri dalla Finlandia, la Virtus, una volta atterrata, ha goduto meritatamente dell’intera giornata di riposo. Tornerà al lavoro oggi, per preparare al meglio l’ultimo sprint, prima di iniziare a fare sul serio, nel quadrangolare previsto per il prossimo week end al Crb con Olimpiakos, Armani ed Angelico all’interno Torneo Internazionale “La Vita è Bella non giocatevela”. La trasferta lampo in terra scandinava ha comunque capovolto gli scenari fino ad ora visti durante il precampionato bianconero. Il crollo stavolta è arrivato negli ultimi dieci minuti, quelli durante i quali Boykins è soci ci avevano abituato a mirabolanti rimonte. Timidamente contro Capo d’Orlando, e più platealmente contro Scavolini e Zadar, la Virtus, come il più classico dei diesel, aveva stentato alla palla a due, per poi uscire alla distanza dimostrando di essere già pronta dal punto di vista fisico. Pasquali in Finlandia ha felicemente apprezzato la prova di Arnold (20 punti), meno quella di Ford (2 punti, e problemi di falli) alla prima gara steccata, ma soprattutto ha potuto completare l’organico con l’arrivo di Koponen. C’era attesa ad Helsinki per la stella nata in casa, la stessa coltivata da Pasquali desideroso di vedere il suo gruppo interamente a disposizione. Solo undici minuti per il finlandese, ma ciò che davvero ora conta, sarà inserirlo in un contesto già avviato, nel quale potrà valorizzarsi in alternativa (ma anche in coppia) con Boykins. Il folletto ex Charlotte dopo le magie del week end scorso, contro l’ex squadra di Koponen è andato a corrente alternata. Nessun dramma, poiché Earl ha già dimostrato di potersi assumere le responsabilità più grosse, diventando l’uomo dell’ultimo tiro. La Fortitudo partirà questa mattina alla volta di Atene, dove sarà impegnata fra domani e sabato al torneo “Varikas” giunto alla sua diciannovesima edizione. Si tratta di un quadrangolare che vedrà in campo Panionios, club organizzatore dell’evento, Maroussi e Dynamo Mosca, in una due giorni che testerà la Fortitudo a livello europeo. Sakota giungerà all’appuntamento rafforzato dall’imponente vittoria al torneo di Verbania, ma soprattutto rinfrancato da un gruppo finalmente al completo. Dopo gli arrivi di Mancinelli e Cittadini, l’Aquila ha potuto rivedere Barron sul campo, Achara in palestra e pure Slokar timidamente in via di guarigione. Capitolo sponsor: non ci sarà Upim sulle magliette, l’obiettivo è chiudere col nuovo partner entro l’1 ottobre giorno di presentazione della squadra.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.