Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Aria pesante dopo la notizia che Ezequiel Lavezzi oggi non sarà a Napoli, a differenza dei compagni di squadra Gargano e Zuniga. L’attaccante argentino, reduce dalla trasferta in Uruguay con la nazionale, ha chiamato dicendo di avere perso il passaporto e di non potere rientrare coi compagni. Probabile che il giocatore ritardi il rientro di 24 ore, ma la notizia avrebbe comunque provocato l’irritazione del presidente De Laurentiis, con il quale l’argentino ha sempre avuto un rapporto tormentato. Strana casualità: in occasione della penultima trasferta sudamericana per gli impegni delle nazionali il suo connazionale Datolo era incorso nella stessa disavventura.
Ora si attende la reazione di De Laurentiis che già nel passato non le ha di certo mandate a dire al sudamericano. Celebre la conferenza stampa organizzata la scorsa estate nel nel ritiro austriaco di Lindabrunn. “Ci siamo attrezzati per fare a meno di Lavezzi – disse il patron -. Lavezzi non ci ha fatto mica andare in Champions League o in Europa League; ha fatto 7 gol e non 27…Cosa vuole?” riferendosi a una richiesta di aumento di ingaggio. “Abbiamo avuto un incontro, ma non parliamo la stessa lingua: lui ha una personalità e una cultura che non posso cambiare, ma noi restiamo sulle nostre posizioni e non sottostiamo ad alcun ricatto. Rispetto le sue idee ma non le condivido”. E ancora: “La colpa del mito Lavezzi è dei media: è stato dipinto come il nuovo Maradona”.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.