Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Per un anno storico, serve qualcosa di speciale. D’accordo l’invenzione simpatica della “Tribuna Nba”, ma per restare in serie A necessitano “cose” più robuste. Tipo la carica dei mille, di garibaldina memoria. Ed è proprio questo che il Basket Club chiede a Ferrara e provincia: compattarsi per un ideale. Unirsi sulle tribune del PalaSegest (per ora pieno di acciacchi, sperabilmente rinnovato da dicembre) e andare all’assalto della salvezza. In tanti. In mille. È questo l’obiettivo dichiarato della nuova campagna abbonamenti del team bianconero, presentata ieri mattina allo slogan “Abbonati alla serie A, adesso puoi farlo”. Prima no, perché quella in arrivo è – appunto – la prima volta nella massima serie del basket estense.
«Lanciamo una sfida a noi stessi – afferma il presidente Roberto Mascellani -: vorremmo raggiungere quota mille abbonati. Credo sia un traguardo raggiungibile, per una serie di fattori: la serie A ha portato grande interesse in città e provincia; inoltre domenicalmente al botteghino ci sarà meno disponibilità di biglietti, in quanto arriveranno molti tifosi ospiti in più rispetto al passato».
«Senza dimenticare che, per qualche mese, l’accesso al PalaSegest sarà un po’ complicato per via dei lavori: abbonarsi consentirà di evitare lunghe code. E poi è stato fatto un ritocco sul prezzo dei singoli biglietti, mentre acquistando la tessera si risparmierà. E si avrà il prezzo “chiuso”. Invece durante l’anno ci riserviamo, nei grandi appuntamenti, di fare un prezzo più allineato con quanto fanno le altre società». Insomma, nelle gare di “cartello” è probabile che il tagliando vada a costare qualcosa di più, rispetto ai prezzi stabiliti al momento. Di certo, il salto di qualità che sogna il Club è ampio: dalle oltre 400 tessere dell’anno scorso alle 1000. «Al di là del tifo per la squadra – evidenzia capitan Farabello -, sarà bene abbonarsi perché si assisterà ad un grandissimo spettacolo. Sfideremo tanti campioni: il PalaSegest deve diventare un forte per lottare tutti assieme».
«Ci teniamo molto a quota mille – ribadisce il giemme Crovetti -, anche per presentarci in A con un buon biglietto da visita. Rispetto all’anno scorso ci sono due partite in più, inoltre abbiamo previsto sconti vari per le famiglie. E ci sono forti incentivi per i ragazzi». Senza trascurare la “Tribuna Nba”… «Il posto più vicino al campo, al sudore degli atleti. Il posto dove a New York e a Los Angeles siedono Spike Lee e Jack Nicholson». In attesa di giocare, il Club pensa in grande.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.