Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Sabato lo sbarco, domenica giornata di completo relax, ieri mattina le visite mediche poi nel pomeriggio lavoro di palestra con i nuovi compagni di squadra. Più o meno questo il quadro del fine settimana di Bryant Smith.
Accompagnato dal team manager Gianluca Berti, il nuovo giocatore biancorosso ha spiegato le ragioni che lo hanno portato a Reggio.
«Quando mi è arrivata l’offerta -dice- stavo esaminando anche altre proposte che mi erano pervenute da altri club europei, ma la tradizione del club reggiano e la sua solidità, mi hanno spinto ad accettare la proposta che mi era arrivata».
Come giocatore, come si considera?
«Sono un’ala piccola che può giocare anche come ala alta. Però mi trovo meglio quando posso penetrare nelle aree avversarie».
Sui compagni che troverà a Reggio, parole gratificanti per Alvin Young.
«Ci conosciamo da tempo, dai tempi dell’Israele. Siamo diventati amici e spesso ci sentiamo. La sua presenza mi aiuterà nell’inserimento all’interno del gruppo».
Contratto annuale secco.
«Ci sarà tutto il tempo necessario per firmare un eventuale adeguamento. Senza fretta».
Dell’esperienza a Scafati nessun commento.
«Preferisco tralasciare».
Può spiegarci l’esperienza a Cipro?
«Mi è capitata l’occasione ed ho accettato ma il mio sogno era tornare in Italia».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.