Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Dalle 11 di questa mattina è finita l’era Mihajlovic al Bologna. il 61enne Giuseppe papadopulo è infatti entrato nei cancelli di Casteldebole, dove nel pomeriggio ha diretto il primo allenatore. Dal nuovo tecnico ci si attende prima di tutto buon senso. Secondo il suo credo tattico ripartirà dal 3-5-2 e dopo la prima conoscenza di oggi da domani tutti in ritiro. Tecnico e società hanno voluto ribadire che non si tratta di una decisione punitiva, ma solamente per conoscersi meglio potendo vivere insieme tutta la giornata. E se la scelta della famiglia Menarini è stata chiara, cioè quella di tentare di tutto per arrivare alla salvezza specie nell’anno del centenario, un po’ meno l’assunzione delle responsabilità. Mihajlovic non aveva la bacchetta magica ma ha fatto capire che se si giocava in maniera razionale la salvezza non è una chimera. Quando ha provato a giocare per vincere ha tolto le certezze acquisite e da lì è cominciata la debacle, culminata con le sconfitte casalinghe con Cagliari e Siena. Il tecnico serbo ha comunque voluto salutare la città con un bel messaggio sul sito del Bologna: “scusatemi – ha detto – se non sono riuscito a soddisfare le aspettative”.Invito i tifosi a stringersi intorno al nuovo allenatore e a tutti i calciatori per aiutarli a raggiungere il traguardo della permanenza nella massima serie, che la città e la gloriosa storia del club ampiamente meritano”. Parole non richieste comunque di grande onestà. Per Papadopulo un contratto fino a giugno per poi verificare insieme una successiva collaborazione. Suo obiettivo “essere credibile. Non ho certezze – ha detto – voglio solo capire se riuscirò a trasmettere alla squadra ciò che ancora sento”. Poi un invito a tutta la rosa: “I giocatori partono tutti da zero anche perché gli occhiali mi servono per leggere il giornale non per vedere come giocano sul campo e per salvarsi è necessaria la collaborazione di tutti. Infatti la condizione non è disperata e se tutti cooperiamo possiamo uscire da questa situazione. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico il secondo allenatore sarà l’ex difensore di lazio e Cesena Giancalo Oddi, mentre il collaboratore tecnico Luca Brunetti. Ancora qualche ora per il preparatore atletico, che si trova all’estero, mentre quello dei portieri, Petrelli, potrebbe rimanere.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.