Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Gli alibi li hanno trovati Francesca Menarini e Papadopulo. I giocatori sul campo no, sono stati decisamente più sportivi. Il Bologna a Napoli non è stato sconfitto dall’arbitro ma da se stesso. Ha lasciato troppo campo ai padroni di casa e alla fine è stato punito. Dal 14’ del primo tempo, dopo il gol di Adailton fino al 30’ della ripresa con il pareggio del Napoli i rossoblù non sono stati capaci di costruire un’azione offensiva, Di Vaio e Zalayeta sembrano le ombre di loro stessi e specialmente il capitano è sembrato ben lontano dal giocatore decisivo della scorsa stagione. E’ giusto che si sia preso la responsabilità della sconfitta perché è la verità, ma gli uomini veri vengono poi anche riconosciuti tali e dunque è questo che i tifosi vogliono, senza tanti se e tanti ma. Dopo queste due sconfitte che portano il Bologna nella zona calda, al terzultimo posto, le prossime tre partite in dieci giorni saranno decisive per la partita di Papadopulo, non perché abbia colpe specifiche, anzi la sua formazione iniziale è stata coraggiosa e indovinata, ma la sua lettura della partita e i cambi sono spesso discutibili. Inoltre, ma questo lo ha detto lui stesso, bisogna capire quanto la società abbia fiducia nel tecnico, ma soprattutto se sarà solo la famiglia Menarini a decidere sul futuro.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.