Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Dopo la tragedia che ha colpito Pier Mario Morosini il CONI di Bologna, nella figura del suo presidente Renato Rizzoli, ha promosso una serie di iniziative per auspicare che in ogni impianto sportivo possa essere presente un defibrillatore con personale pronto ad un suo eventuale utilizzo.

La Polisportiva Villaggio del Fanciullo, che è iscritta nell’elenco delle Palestre e strutture sportive riconosciute come “Palestra Etica” ai sensi della Delibera di Giunta n. 1154/2011 “Piano della Prevenzione 2011-2012 della Regione Emilia-Romagna – “La prescrizione dell’attività fisica”: primi indirizzi per l’attuazione del progetto “Palestra Sicura. Prevenzione e benessere”, possiede da alcuni anni un defibrillatore all’interno delle due piscine dell’impianto, e in questa occasione ha ricevuto da parte di Francesco Amante, Amministratore di Carthesio, Presidente delle Scuderie Bologna Auto Storiche e membro del Rotary Bologna est, un nuovo strumento che verrà dedicato alla palestra. Nello stesso momento la direzione della polisportiva ha già predisposto la preparazione di diversi tecnici e dirigenti capaci di utilizzare lo strumento in caso di necessità.

Ha partecipato all’incontro il presidente del CONI Renato Rizzoli che ha ricordato come “sono circa 500 gli impianti della provincia che avrebbero bisogno di un defibrillatore, ma ne sono presenti solo il 10%. La prossima settimana ci incontreremo con le autorità competenti per studiare un percorso che possa contribuire a colmare questa deficienza”.

Presente anche Maria Cristina Zambon, Responsabile Ufficio città sana, promozione, salute e sport, settore salute Comune di Bologna, che ha illustratore gli obiettivi del progetto 2Paleste sicure”e dell’impegno della Polisportiva Villaggio del Fanciullo per ottenere la certificazione di impianto sportivo sicuro della città.

Per Francesco Amante, Amministratore di Carthesio, Presidente delle Scuderie Bologna Auto Storiche e membro del Rotary Bologna est, che ha donato il defibrillatore, si è trattato di un gesto per “collaborare con la società che ha aiutato i miei figli ad imparere a nuotare e per l’amicizia che mi unisce da anni, specie durante le gare automobilistiche, con Walter Bergami”.

Il presidente della Polisportiva Villaggio del Fanciullo Walter Bergami rispetto all’iniziativa esprime la sua gratitudine: “Abbiamo potuto rispondere con sollecitudine all’auspicio del CONI grazie alla generosità di Francesco Amante, che ha contribuito a completare la sicurezza nei nostri impianti. Sono oltre 4000 le persone che ogni anno frequentano la palestra e le piscine: molti ragazzi, tra questi le centinaia che sono impegnati nei camp estivi, e i 24 del nuovo asilo nido, così come i tanti anziani e le diverse squadre agonistiche. Per noi la loro sicurezza è un principio imprescindibile e questa è la migliore risposta che siamo riusciti a dare loro”.

Per comunicazioni riguardo le attività è possibile contattare il numero 051.5877764 o www.villaggiodelfanciullo.com

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.