Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

DIECI imprese invitate, una sola alla fine ha partecipato alla gara per l’appalto dei lavori del palasport: sarà il Ccc di Bologna (Consorzio cooperativo costruzioni) a realizzare l’adeguamento dell’impianto di piazzale Azzurri d’Italia. Ieri scadevano i termini, ieri si è andati all’aggiudicazione. Del pool di imprese contattate dal Comune per la cosiddetta ‘procedura negoziale’, ben nove non si sono presentate. Forse spaventate dai tempi strettissimi per l’esecuzione dei lavori, che a termini di contratto dovranno iniziare entro pochi giorni (non appena redatto il contratto formale di affidamento del cantiere) ma soprattutto concludersi tassativamente entro il 31 dicembre, per rispettare la deroga concessa dalla Lega Basket. Così l’aggiudicazione è risultata automatica per il Ccc, uno dei colossi edili emiliano romagnoli, ma soprattutto impresa che ha realizzato parecchi lavori in città; tra gli ultimi, la riqualificazione di via Bersaglieri del Po. Un intervento anche questo concluso con qualche giorno in anticipo rispetto al programma concordato con il Comune: anche questo particolare suona perciò da buon auspicio.
L’importo dei lavori supera la somma di 1 milione e 200 mila euro (il ribasso offerto dal Ccc è stato modesto, pari all’1% della cifra), la metà è rappresentata dalle opere edili vere e proprie, il resto da impianti e tecnologie di cui il Palasegest necessita l’installazione. Tra queste, una macchina per il trattamento dell’aria — funzionale all’aumento della capienza di spettatori — che da sola costa circa 150 mila euro. Nel pacchetto dei lavori figura anche la sistemazione e la messa a norma dell’impiantistica elettrica.
Ma la parte più corposa dell’adeguamento è, come noto, quella relativa all’aumento dei posti per il pubblico; a fine lavori gli spettatori saranno oltre 3200, con migliorie anche sul fronte dell’accessibilità e delle uscite di sicurezza.
Accanto alla selezione dell’impresa, ieri il Comune ha provveduto alla scelta del direttore dei lavori: anche in questo caso si è trattata di una… gara, tra cinque professionisti invitati a presentare il proprio curriculum. La responsabilità di sovrintendere al cantiere è stata assegnata ad un ingegnere ferrarese, Daniele Ceccotto; per quanto riguarda invece la supervisione generale per conto dell’amministrazione pubblica, il referente principale resta ovviamente Luca Capozzi, dirigente dei Lavori Pubblici che fin dalla fase dell’impostazione progettuale ha seguito la vicenda del palazzetto.
Non resta che partire materialmente coi lavori; contrattualmente il Ccc dovrà iniziare entro il 5 ottobre (data di avvio del campionato), ma come detto gli operai saranno all’opera molto prima, forse già la prossima settimana. Si tratta solo di valutare a quali ditte il consorzio cooperativo felsineo affiderà materialmente l’esecuzione dei vari interventi; in ogni caso, la garanzia data al Comune — e di riflesso al Basket Club — è che si tratterà di società affidabili. E soprattutto veloci…

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.