Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alla chiusura di oltre quattro ore di Consiglio Comunale, è arrivata l’approvazione della variazione al piano triennale delle opere pubbliche e conseguente variazione al bilancio di previsione 2008-pluriennale 2008/2010. Dibattito a volte aspro, alla fine è arrivato il parere positivo circa la decisione di adeguare il PalaSegest. I votanti sono stati 32, i voti favorevoli 29, astenuti Rendine (An-Pdl) e Perazzolo (FI-Pdl), contro ha votato il Prc (Kiwan). Decisione inequivocabile, Enrico Brandani (An-Pdl), consigliere bianconero, non ha votato la delibera «anche se sono contento del raggiungimento del risultato, anche se lo dico con tono sommesso: era il minimo risultato che si poteva conquistare, votare contro la delibera sarebbe stata un’immagine gravissima per la città. Nessuno mi venga a dire che abbiamo raggiunto un risultato fantastico. Il percorso non sarà privo di problemi. E’ successo qualcosa che ancora faccio fatica a capire, la maggioranza ha “mangiato la faccia” ad alcuni assessori. E’ estremamente rischioso in politica puntare il dito contro qualcuno, cosa che io non faccio. Lo sport ferrarese ha perso una grande occasione. Ferrara ha bisogno di un grande contenitore, non solamente per il basket. Non c’è solo un problema di posti, adesso l’impianto non è a norma. Abbiamo ottenuto il minimo indispensabile e ringrazio l’assessore Stabellini, cui chiedo di programmare un dibattito sullo sport ferrarese». «La squadra – ha replicato il sindaco Sateriale – ha bisogno di raccogliere l’appoggio compatto della città, ma il dibattito non mi è sembrato tracciare sempre questa direzione. Abbiamo dovuto decidere sulla base di una emergenza ed abbiamo fatto bene a optare per un impegno che l’Amministrazione può sostenere, rispetto ad un’ipotesi di investimento di 8 milioni di euro per una nuova struttura. Quando si decise che non era percorribile la strada dell’adeguamento dell’attuale palasport, si insisteva sul fatto che la Legabasket avrebbe richiesto 5.000 posti per poter partecipare al campionato. Il massimo esponente della Lega, da noi interpellato, ci ha poi detto che di questa cosa si parlava da anni, ma non era condizione operante. Così abbiamo ripreso e sviluppato la scelta tecnica di adeguare l’attuale impianto. In questa vicenda abbiamo vinto tutti».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.