Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Mentre la Carife continua la sua preparazione pre-campionato in giro per l’Italia, tra amichevoli e tornei vari, in città sono iniziati ufficialmente i lavori di ristrutturazione e ampliamento del PalaSegest. Ieri infatti gli operai della ditta Ccc di Bologna hanno cominciato a recintare le aree dove verranno svolti i primi interventi di modifica e adeguamento dell’impianto. Certo, per il momento siamo solamente ai primi passi dell’intera opera, ma la cosa più importante è che il cammino che porterà alla realizzazione del nuovo PalaSegest sia realmente iniziato.
Dopo una estate di roventi polemiche e forti tensioni, la successiva pace tra il sindaco Sateriale e il presidente del Basket Club Mascellani, le delibere della giunta comunale e la definizione dei progetti, da qualche giorno sono stati appaltati i lavori per l’allargamento e la ristrutturazione del palasport cittadino. E visto che non si può e non si deve perdere tempo – all’ufficio tecnico del Comune lo sanno bene – dal momento dell’aggiudicazione dei lavori e l’apertura effettiva del cantiere è trascorso appena un giorno. Tempi record, verrebbe da dire. Ma tutti gli attori coinvolti in questa operazione sanno bene che di record ne andranno abbattuti parecchi, visto che il nuovo PalaSegest dovrà essere pronto, chiavi in mano, entro il 31 dicembre prossimo. Per ora il primo appuntamento è stato rispettato. I lavori sono iniziati prima del 5 ottobre e quindi la Carife potrà chiedere alla Lega la deroga per giocare a Ferrara le partite da inizio campionato fino a fine anno. E’ stato quindi scongiurato l’handicap di dover emigrare in un altro campo. Ora andrà mantenuto un elevato ritmo di lavoro all’interno del cantiere e si dovranno minimizzare i disagi a squadra e pubblico, visto che i lavori avverranno mentre la Carife utilizzerà il PalaSegest sia per gli allenamenti che per le partite interne. In questi giorni il cantiere del palasport prenderà vita e si inizieranno a fare le prime modifiche sfruttando il fatto che la squadra è lontana da Ferrara. Ma già da martedì si potrà verificare la convivenza tra la Carife e i lavori di ristrutturazione. E non a caso il programma degli allenamenti prevede che il Basket Club possa impegnare l’impianto solo dalle 17 alle 21. Per il resto, largo alle maestranze della Ccc che dovranno intervenire innanzitutto per ampliare la capienza del palasport installando nuove sedute, ma anche ampliando le tribune sui lati corti del campo. Ma tutto avendo il minor impatto possibile sulla fruibilità e agibilità del palasport stesso. Intanto in città e in provincia cresce l’attesa per vedere la Carife esordire nel massimo campionato. Va a gonfie vele la campagna abbonamenti, tanto che ieri si erano superate le 350 tessere vendute. Da lunedì scorso e fino a domani sarà possibile rinnovare il vecchio abbonamento, acquistare i posti nelle nuove e affascinanti tribune Nba o nelle gradinate non numerate. Da martedì 16 via ai nuovi abbonati per le tribune numerate rosse e blu mentre proseguirà la vendita di gradinate e tribune Nba.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.