Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Esordio vincente per il nuovo sponsor GMAC Real Estate IPG. La Fortitudo in emergenza totale – fuori pure Woods per problemi di schiena – azzecca la partita che non ti aspetti e si porta a casa lo scalpo della Benetton. Viste le rotazioni ridotte, coach Sakota ha puntato sulla difesa, e la risposta è stata estremamente positiva. Ottima reazione dopo la scoppola biellese, soprattutto perché arrivata in deficit di organico. Lunedì si apre la finestra di mercato, e verranno immediatamente tesserati Strawberry e Fucka (in attesa di altri), con la speranza di poterli far esordire già in coppa martedì sera.
Difesa, dicevamo, da qui è nato tutto. Il dominio a rimbalzo, le fantastiche 5 stoppate di Achara nel solo primo quarto, e la partita super di Huertas (che finalmente ha dimostrato che se può correre sa fare male) e soprattutto di Jamont Gordon, che dopo un primo tempo da 1 punto, ma grande applicazione difensiva, nella ripresa si è scatenato, segnando 22 punti col 71% dal campo e trascinando i suoi alla vittoria. In mancanza di Woods, il go-to-guy era lui, e ha risposto presente. Per il resto, buon mattoncino per tutti o quasi quelli scesi in campo, con menzione per Slokar (10+9) e per il solito capitano Lamma.
Treviso, che schiera tanti giovani interessanti, per tre quarti ha fatto una buona partita, sbattendo sempre contro l’arcigna difesa biancoblu, ma riuscendo spesso a piazzare dei parziali a proprio favore e conducendo anche di 8-10 lunghezze, trovando un protagonista per quarto. I biancoverdi però non sono mai riusciti a chiudere la partita, venendo puntualmente rimontati. Nell’ultimo quarto c’è poi stato un vero e proprio crollo assolutamente ingiustificabile, 0-16 e tutti a casa. Male a rimbalzo, male soprattutto il play Bobby Dixon, che stasera ha fatto rimpiangere l’infortunato DeShaun Wood. Gary Neal unico a salvarsi, in ogni caso la squadra è apparsa troppo dipendente dal tiro pesante.

Cronaca: si comincia dopo aver ricordato – con uno striscione della Fossa – le vittime dell’incidente nella fabbrica di gomma di Sasso Marconi di pochi giorni fa. Quasi tre minuti di reti bianche, prima che Huertas rompa il digiuno con un contropiede. Si segna pochissimo, Treviso si porta avanti 9-4 a suon di triple, ma la GMAC resiste con Mancinelli, impatta con Lamma e si porta avanti con tripla di Achara. Si va al primo riposo sul 12 pari, con la Benetton che ha segnato solo da tre, e la Effe ottima in difesa. Da notare i 5 rimbalzi di Gordon e le 5 clamorose stoppate di Achara.
Si riparte con un 10-0 biancoverde, con un Rancik chirurgico. I biancoblu cercano di ricucire lo strappo, e tornano sotto con tanta buona volontà difensiva e un il il buon impatto offensivo di Slokar. Huertas sorpassa, Renzi pareggia, e a metà il punteggio è ancora pari, a quota 26.
Il copione si ripete nel terzo quarto: Treviso avanti, stavolta con un ottimo Wallace, e GMAC a inseguire e rientrare con una raffica di Gordon prima e Huertas poi, che con un gioco da tre punti fissa il punteggio al 30° sul 43-47.
Ultimo quarto: dopo i liberi di Neal la Fortitudo uccide la partita con un parziale di 16-0 in cui c’è tanta difesa, finalmente un buon Huertas, ma soprattutto un Jamont Gordon spaziale, che tira tutto quello che si muove facendo sempre canestro. Per lui 22 punti nella ripresa; Treviso affonda a -11, ci prova ma non si rialza più. Finisce 73-61.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.