Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ospedali a misura di donna. Nosocomi dove partorire in tranquillità o dove curare le principali patologie femminili. Sono 230 in tutto lo stivale le strutture sanitarie che hanno ottenuto il riconoscimento che l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (O.n.Da) attribuisce alle strutture attente alla Salute femminile. Vediamo a questo punto quali sono gli ospedali che in Emilia-Romagna hanno queste caratteristiche. Il massimo riconoscimento – 3 bollini rosa – va all’Azienda Ospedaliero Universitaria Sant’Anna di Ferrara, all’ospedale del Delta a Lagosanto, sempre nel ferrarese, poi l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena che ha ottenuto una menzione d’onore per la massima vicinanza alla salute della donna dal 2007 ad oggi, seguono l’Ospedale Guglielmo da Saliceto, Piacenza, l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma e quella di Reggio Emilia. Due bollini per l’Ospedale Maggiore di Bologna e per il Ramazzini di Carpi e un bollino per l’ospedale di Sassuolo, sempre nel modenese. In proporzione i tre bollini sono andati a 65 strutture su tutto il territorio nazionale, due bollini a 105 ospedali e uno a 60. I migliori risultati sono quelli della Lombardia, con 63 strutture premiate, seguono Veneto e Lazio, rispettivamente con 23 e 21 ospedali ‘rosa’. I bollini si riferiscono al futuro biennio 2014-2015. E’ stata inserita la Neonatologia come area specialistica di interesse, mentre la Neurologia è stata integrata con una sezione dedicata a una patologia tipicamente femminile,la sclerosi multipla.

Categoria: Attualità
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.