Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Virtus Roma ha annunciato di aver ingaggiato addirittura con un contratto quadriennale (con la formula dei due anni più due) il play-guardia Luca Vitali, proveniente dall´Armani Jeans Milano. Vitali, alto 201 cm, nasce il 9 maggio 1986 a Bologna, dove è cresciuto cestisticamente nel vivaio delle “V nere” con cui ha esordito in serie A nel 2002. E´ arrivato a Milano nell´estate del 2008 dopo aver giocato tre anni a Montegranaro, dove è stato protagonista nel 2006 della promozione della stessa Sutor alla massima serie. Vitali ha militato anche nella Mens Sana Siena nella stagione 2003-2004, è poi andato in prestito alla Virtus 1934 di Bologna in serie B1 e quindi è passato a Montegranaro. Vitali ha vestito la maglia azzurra esordendo nell´All Star Game del dicembre 2006 a Torino. Prima aveva fatto anche parte della Nazionale Under 18 (2004, Europei a Saragozza, Spagna) e Under 20 (2005, Europei a Mosca; 2006, Europei a Izmir, Turchia).
La passata stagione, con la maglia dell´Olimpia, ha registrato 8.4 punti di media a partita, per 25 minuti giocati a gara, 1.9 la media rimbalzi in campionato; mentre in Eurolega ha avuto le seguenti medie a partita: 10.9 punti, 24.19 minuti, 1.4 rimbalzi.
“Si tratta di un importante investimento in chiave futura – ha commentato Nando Gentile -. E´ un giocatore giovane, tosto che ci potrà dare una mano. Vitali rientra nel progetto della società di crescita di un gruppo di giovani italiani”.

“Sono molto contento di poter far parte di un progetto ambizioso come quello di Roma, una squadra fatta di tanti italiani – ha detto Luca Vitali -. Si tratta di un progetto coraggioso, perché non è da tutti scommettere su tanti giocatori italiani, e questa è la cosa che più mi ha colpito e mi ha portato a scegliere Roma, insieme alla passione del Presidente Toti e alla presenza di un allenatore come Gentile che è stato un grande giocatore.
Le mie aspettative sono quelle di raggiungere il massimo livello possibile con la squadra, arrivare il più lontano possibile, perché se la squadra va bene, va bene anche per me. So che a Roma c´è tanta passione per la pallacanestro, e speriamo che con una squadra fatta di tanti italiani i tifosi possano identificarsi sempre di più”.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.