Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_VIRTUS_20150520.mp4
E ora sotto con gara2. Stasera, alle ore 20.45, la Virtus tornerà a far visita al Mediolanum Forum, casa dell’Olimpia Milano, campione in carica e, ormai cosa nota, principale candidata alla vittoria del campionato. Come all’esordio si profila una gara decisamente dura per le vu nere, Cenerentola di questi playoff e intenzionata quantomeno a lasciare un segno in post season. Per riuscire nell’impresa, Valli ha chiarito quale dovrebbe essere la ricetta: massima intensità, difesa aggressiva e alte percentuali nel tiro da fuori. Certo che con Milano, dirlo è facile, farlo è tutt’altra storia. In gara1 la Virtus ci è riuscita solo nel primo quarto, ma quando le Scarpette rosse hanno deciso di alzare il ritmo, davanti e dietro, non c’è stato nulla da fare, anche perché il gioco deciso delle vu nere ha comportato a lungo andare un problema di falli.
A farne le spese, è stato soprattutto Abdul Gaddy, il migliore tra i bianconeri nonostante sia stato costretto alla panchina per aver commesso la quarta infrazione solo a metà del secondo quarto.
“Penso che possiamo vincere ogni partita – ha dichiarato il playmaker bianconero – Dobbiamo giocare forte, fare quello di cui siamo capaci, senza guardare agli oltre 20 punti incassati in gara1, non contano più”. Come Giorgio Valli, anche Gaddy ritiene che l’aggressività possa essere la chiave del match: “Ci serve interpretare tutto il match con durezza, questo può fare la differenza. Loro hanno tante soluzioni, giocatori forti, una squadra più lunga. Ma noi possiamo passarci molto meglio la palla, ed è un discorso che riguarda tutti, non solo Ray e Hazell. Dobbiamo continuare a metterci tutta l’intensità del primo quarto di gara1 e allo stesso tempo prenderci buoni tiri”.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.