Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Anche dopo l’approdo bolognese di KC Rivers, continua a larghe falcate il giallo che coinvolge la Virtus ed il suo ex giocatore Marcelus Kemp: oggi il tribunale Fiba si dovrebbe pronunciare sulla richiesta d’uscita dalle V nere presentata dal giocatore e dal suo agente, richiesta effettuata basandosi su presunte inadempienze della Virtus nei pagamenti all’ala ex Sassari. Nelle ultime ore si è inoltre registrato un nuovo colpo di scena nella vicenda: la società francese del Roanne, che ha lasciato libero Rivers per tesserare proprio Kemp, ha offerto 51.000 dollari alle V nere in cambio del nullaosta per il tesseramento di Kemp. Cifra, questa, non casuale: 51.000 dollari è infatti esattamente l’ammontare del buy out intascato dai transalpini per liberare Rivers. Il che, nelle intenzioni della società francese, significava: chiudiamo la vicenda senza che nessuno ci rimetta, e amici come prima. Il numero 1 bianconero Sabatini ha invece subito rigettato la proposta: questo dovrebbe significare che le speranze che il tribunale Fiba oggi dia ragione alla Virtus sarebbero davvero alte. C’è, inoltre, una singolare coincidenza nella vicenda: oggi, giorno che (come detto) segnerà il pronunciamento del tribunale Fiba sulla querelle, decorre un mese esatto da quando Kemp se andò negli States. Vediamo se diverrà una ricorrenza da festeggiare, in casa Virtus, o se viceversa sarà da segnare sul calendario con il pennarello nero. Infine, sempre oggi Rivers sarà impegnato nell’ultima partita con la maglia di Roanne, dopo di che si imbarcherà nella sua terza esperienza italiana, dopo quelle a Latina ed a Treviso: il suo approdo avverrà quindi in tempo per essere tesserato per la sfida di Cantù, nella quale ci sarà in palio addirittura il 3° posto in classifica.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.