Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_BOLOGNA_20140722.mp4
Finalmente è arrivato il giorno di Mimmo Maietta. Che è arrivato a Bologna e dopo le visite mediche si è messo a disposizione del tecnico Lopez. Sarà uno dei punti saldi della difesa rossoblù, insieme a Garics e Morleo, quindi manca solo un centrale titolare per chiudere la difesa, dove comunque ci sono già Oikonomou e Radakovic, mentre a destra anche Ceccarelli e lo spagnolo Crespo. L’ultimo tassello potrebbe essere Matheu, ma non sarà una soluzione immediata. Sembrano ore decisive, invece, per l’arrivo dal Sassuolo di Laribi, che andrebbe a chiudere un reparto che vede Matuzalem al centro, con Zuculini e Laribi o Casarini come altra mezzala, senza dimenticare che in rosa c’è sempre Pazienza, che nell’idea di Fusco non rientrerebbe nei piani tecnici, ma fino a quando non si troverà una soluzione farà parte della rosa. Da verificare l’attacco, decisamente ancora in cantiere. Da registrare le affermazioni di Cacia, che ha ammesso i contatti del Bologna, ma pure quelli dell’Hapoel Nicosia, stessa squadra alla quale ha rinunciato Robert Acquafresca. E questo ha fatto arrabbiare non poco il Bologna, che potrebbe pure pensare di far scendere l’attaccante dal ritiro. E’ vero che ha tutto il diritto di rifiutare una collocazione, ma pensando alle ultime stagioni e al fatto che non ha certo portato un contributo fattivo alla salvezza del Bologna, puntare i piedi in questo momento non è certamente un’azione collaborativa. Oggi, invece, dovrebbe essere il giorno di Pulzetti al Cesena, centrocampista che, invece, sarebbe potuto essere molto utile.
Nel reparto offensivo è stato presentato oggi una delle novità della stagione, quel Gennaro Troianiello che ha la fama di grande costruttore del gruppo e trascinatore dei compagni: “E’ vero ho conquistato la A diverse volte negli ultimi anni ma per una ragione o per l’altra non ci sono mai arrivato. – ha detto nel ritiro di Sestola – Anche quest’anno a Palermo in A avrei trovato poco spazio e quando ho sentito dell’interessamento del Bologna non ci ho pensato tanto. E’ un grande piazza, giocheremo ogni partita come una finale perché contro di noi saranno tutte agguerrite. Sappiamo che non sarà facile, ma il Bologna non può avere altri obiettivi se non la serie A”. Per il resto anche Paponi potrebbe salutare la compagni, mentre continuano i contatti per le cessioni di Bianchi e Kone, per il quale l’Udinese non offre più di tre milioni, cifra ben lontana dai sei chiesti dal Bologna. Per chiudere il cerchio il Bologna avrebbe bisogno di un trequartista che possa giocare anche da esterno nel 4-3-3 o nel 4-3-1-2. Infine sono uscite le date ufficiali della coppa Italia. Il Bologna farà il suo esordio il 17 agosto al Dall’Ara contro la vincente di L’Aquila-Altovicentino e in caso di vittoria affronterà l’Empoli il 24 agosto e poi il Genoa. Se la partita non verrà anticipata a sabato 16, il 13 agosto i rossoblù dovrebbero giocare in amichevole a Rimini contro la squadra locale e potrebbe essere una bella vetrina per tutti i tifosi rossoblù in riviera.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.