Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ora che la Fortitudo attraverso un momento difficile ed assolutamente inedito, ora che in 3 sole stagioni la prima squadra è passata dall’Eurolega alla B Dilettanti, ora che pure i tifosi si sono spaccati, con alcuni che hanno seguito la nuova entità ed altri che sono rimasti ad aspettare, ora che tutto è grigio e ben poco è chiaro, è assolutamente necessario che tutti quelli che amano la F scudata guardino al proprio passato, per capire meglio il proprio futuro. Oggi, 7 aprile 2011, si festeggiano esattamente 110 anni da quando il canonico Don Raffaele Mariotti diede vita alla S.G. Fortitudo con la finalità di aiutare i giovani a crescere con valori cristiani attraverso l’attività sportiva. La prima sezione fu quella della ginnastica, dopo sarebbero arrivate pallacanestro, calcio, tennis tavolo ed hockey, a rappresentare tutto il mondo sportivo cittadino, anche se (è inutile negarlo) quando nomini la Fortitudo tutti pensano al basket, com’è normale per una società che si è aggiudicata 2 scudetti, 2 Supercoppe, una coppa Italia e ben 7 titoli nazionali giovanili. Oggi, negli storici locali di via San Felice, il Cardinale Carlo Caffarra benedirà i rinnovati spogliatoi della palestra Furla, con i saluti ufficiali da parte del presidente del CONI della provincia di Bologna Renato Rizzoli e del Presidente della S.G. Fortitudo Giancarlo Tesini. Inutile negare che, dal punto di vista sportivo, questa è un’annata molto particolare, con i suddetti problemi che attanagliano la palla a spicchi biancoblù, ma non va dimenticato che due delle sezioni autonome della F scudata, quella del baseball e quella del tennis tavolo, hanno ottenuto grandi risultati: i primi sono diventati campioni d’Europa, i secondi sono tornati in serie A. La speranza, ovviamente, è che tali risultati siano presto raggiunti anche dalla pallacanestro.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.