Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La corsa verso Udine è ufficialmente iniziata oggi. Con il ritorno dei nazionali da diverse parti del mondo, eccetto Perez che arriverà stasera, Pioli ha potuto cominciare a verificare le forze in vista dell’impegno al Friuli. Perez non è sceso in campo con l’Uruguay in nessuna delle due partite il che vuole dire che neppure per Tabarez il Ruso è fisicamente utile alla causa, mentre solo oggi è tornato dall’argentina Cristaldo. Dunque probabile un Bologna vecchio stampo, diciamo quello che aveva ben cominciato la partita con la Sampdoria, con Moscardelli, che domani firmerà alle 18 autografi per i tifosi al Bologna Point in via Andrea Costa, al fianco di Bianchi, con Cristaldo che potrebbe saggiare il campo nella ripresa. A centrocampo il trio sarà ancora Krhin, Della Rocca e Kone, mentre anche la difesa non dovrebbe subire cambiamenti, a meno che Pioli non voglia schierare fin dall’inizio il suo pupillo Mantovani.
Dalla panchina partiranno Perez così come Cristodoulopoulos, preferito dal CT della Grecia a Kone per la vittoria di ieri sulla Lettonia e Acquafresca, che oggi ha compiuto 26 anni, che potrebbe essere il colpo di mercato del Bologna. Se, infatti, Pioli riuscirà a rigenerarlo potrebbe essere o il centravanti in più alla Gabbiadini, oppure lo si potrebbe vendere al mercato di gennaio senza doversi privare di altri gemelli di famiglia. Al proposito qualche giornale, ma non è la prima volta, fa pure l’ipotesi di un ritorno di Di Vaio, il cui campionato si chiude tra un paio di mesi, non solo come dirigente, bensì come giocatore. Idea che potrebbe abortire subito proprio se Cristaldo e Acquafresca daranno il loro contributo.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20130911.mp4
Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.