Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Carife ritorna in campo dopo il test di Rimini e lo fa per la prima volta al PalaSegest. Oggi nel tardo pomeriggio, palla a due alle ore 18 (arbitreranno Flammini, Terranova e Cappati, ingresso libero), scenderà sul parquet la Carmatic Pistoia per un test non ufficiale.
Si tratta della prima delle quattro uscite previste in settimana per la compagine di coach Giorgio Valli, anche oggi priva di Harold Jamison. Il pivot riprenderà ad allenarsi assieme al gruppo domani. Ma certo si potranno ammirare le evoluzioni di Ebi e Riley e i fans potranno salutare gli ex Brent Darby e Fiorello Toppo, che con Santolamazza, Tyler (cercato dal Club in estate), Rosselli, Baroncelli, Infanti (ex Cento), Rabaglietti, Kazlauskas ed Ancillai, compongono il roster dei toscani. Pistoia che, tra l’altro, ha battuto l’incompleta Virtus Bologna al PalaFermi nella prima uscita.
Cosa aspettarsi dalla seconda uscita della preseason bianconera? Risponde Fabio Zanelli: «Sarà una gara intensa, ci sta che le gambe ancora non siano al massimo. In più stiamo cominciando a lavorare sui giochi d’attacco e sulle “sintonie” difensive: ancora tutto non è perfetto, però c’è grande voglia di fare bene davanti al nostro pubblico».
Gli aspetti positivi della prima parte della preparazione?
«Ci cerchiamo nei giochi d’attacco, passandoci il pallone e migliorando la fase d’attacco».
Dove migliorare, invece?
«Quando il fisico e le gambe ci aiuteranno di più, dovremo difendere meglio. Aspetto che, a Rimini abbiamo fatto non per tutta la gara, ma solamente alla fine».
«Personalmente mi sento abbastanza bene – ha continuato “Zanna” -, anch’io ho dei giorni dove mi sento più stanco rispetto ad altri. Adesso è normale che i carichi di lavoro siano maggiori, dunque c’è maggiore stanchezza in tutti».
Come ha visto Ebi e Riley?
«Ebi è già più pronto, anche perché ha esperienza in un campionato europeo: è un atleta, certamente un buon giocatore. Riley ha talento, un buon atleta a cui bisognerà dare un po’ di tempo in più per adattarsi al metro arbitrale ed al gioco che c’è in Italia. Anche lui si sta inserendo nei giochi d’attacco: allenamento dopo allenamento sta compiendo dei passi in avanti. Insomma, segnali positivi».
Settimana densa d’appuntamenti, con ben quattro test da disputare e la notizia del pieno recupero di Jamison…
«Sarà sicuramente una settimana impegnativa – ha chiuso la guardia del Club -, cercheremo di fare in ogni gara un passo in avanti. Con il rientro in gruppo di Jamison lavoreremo al completo, possiamo costruire qualche cosa».
Chiuso il test odierno, capitan Daniel Farabello e compagni giocheranno a Castel San Pietro giovedì con Sassari, allenato da coach Demis Cavina (palla a due alle ore 17.30, a porte aperte), prima del quadrangolare di Varallo Sesia (Vercelli) previsto per il prossimo fine settimana. Sabato alle 18, bianconeri impegnati contro Capo d’Orlando. A seguire Biella-Cantù. Domenica le due finali, alle 18 e alle 20.30

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.