Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Oggi è un giorno importante per il futuro della Fortitudo. Nella storica sede della S.G., in via San Felice 103, si terrà infatti il primo incontro preparatorio per la costruzione della Fondazione che dalla prossima stagione dovrebbe diventare la spina dorsale della nuova Fortitudo. Come si ricorderà, la scorsa estate venne spiegato come, nel progetto di unione tra la S.G. e Budrio, l’intento fosse quello di veicolare la nuova realtà verso un futuro diverso, nel quale appunto sarebbe stata una Fondazione ad avere in mano gli anni a venire della storica F scudata, per evitare che le disgrazie di un singolo proprietario potessero di nuovo comprometterne il futuro (ed ogni riferimento alla figura di Gilberto Sacrati è tutt’altro che casuale). Visto che, com’è ovvio, si tratta di argomenti importantissimi, addirittura decisivi per l’Aquila che verrà, nella riunione di oggi saranno rappresentate tutte le parti in causa: la casa madre S.G. Fortitudo (con Presidente, Direttore e dirigenti vari), la Conad – con Giulio Romagnoli e Gianni Cantarelli – ma pure i tifosi, da sempre spina dorsale della squadra, rappresentati dall’associazione “Per Amore solo per Amore”, per la quale parteciperà l’avvocato Dettori. Ci sarà anche Guido Martinelli, l’avvocato che ha aiutato Giulio Romagnoli nella lunga trattativa estiva con Gilberto Sacrati per riottenere lo storico marchio e l’utilizzo del PalaDozza. Sarà un incontro importante per svariati motivi: per fare il punto della situazione attuale (e va detto che la squadra non sta effettivamente aiutando granché in questo momento), soprattutto per gettare le basi per il futuro, ma anche per verificare e calibrare i rapporti tra le parti in causa, rapporti che potrebbero essere un po’ mutati rispetto agli iniziali propositi estivi.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.