Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Quattro ori, sette argenti e sette bronzi. L’Italia eguaglia le 18 medaglie conquistate a Rijeka 2008 e chiude la 14/a edizione degli Europei di nuoto in vasca corta di Eindhoven con un bilancio storico, carico di soddisfazioni e prospettiva. L’Italia, che solo in quattro occasioni aveva vinto piu’ di tre gare in un’edizione degli euroindoor (sette nel 2000 a Valencia, cinque nel 2002 a Riesa, quattro nel 2006 a Helsinki e cinque nel 2008 a Rijeka), registra anche 76 primati personali e festeggia la vittoria nella classifica per Nazioni anche grazie agli ultimi acuti: l’oro staffetta 4×50 stile libero di Luca Dotto, Lucio Spadaro, Filippo Magnini e Marco Orsi, l’argento di Damiano Lestingi nei 100 dorso e il bronzo di Caterina Giacchetti nei 100 farfalla. Ma è stata una super edizione soprattutto per la nostra regione che ha visto la consacrazione di una stella, in verità attesa. Dopo aver vinto l’argento dei 50 stile e il bronzo nella staffetta mista, l’atleta budriese ha partecipato in maniera fondamentale all’oro della 4×50 nuotando l’ultima frazione e, proprio come nella staffetta mista, ha staccato il miglior tempo della batteria recuperando dal terzo al primo posto. In prima frazione Luca Dotto aveva fatto già sperare al meglio facendo segnare il proprio personale, poi Lucio Spadaro e Filippo Magnini avevano contenuto gli attacchi di Germania e Russia e avevano fatto entrare in acqua Orsi al terzo posto ma in scia agli altri. Orsi ha così potuto nuotare “sull’onda” la prima vasca per poi, nel ritorno, bruciare di soli 3 centesimi di secondo la Germania. Terza la Russia. L’entusiasmo dell’atleta di Budrio è incontenibile alla fine della gara e fa trasparire tutta l’energia che può scaturire da un ventenne che vede realizzarsi uno dei sogni della propria vita. Il tetto d’Europa. Adesso la preparazione non sarà tralasciata perchè Marco Orsi affronterà dal 15 al 19 dicembre i Campionati Mondiali in vasca corta a Dubai, dove l’atleta allenato da Fabio Cuzzani tenterà di portare a casa altre medaglie pesanti nelle distanze veloci.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.