Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20160523.mp4

Il sogno di Mirante si è infranto in fretta. All’Europeo, infatti, sono stati chiamati, come da ipotesi Buffon, Marchetti e quel Sirigu che non ha certamente avuto una grande stagione al Paris Saint Germain se è vero che ha giocato in totale undici partite di cui solo tre di campionato e otto di coppe nazionali. Non che il portiere avesse troppe speranze, anche perchè degli inserimenti rispetto al gruppo storico ne sono stati fatti molti. Ma è chiaro che se si fossero comparate le prestazioni non c’era storia. E’ probabile che il rossoblù possa avere qualche possibilità, se il suo rendimento sarà sempre così alto, con Ventura che nelle prossime ore dovrebbe essere ufficializzato come nuovo tecnico della nazionale dal dopo Europeo. Si potrebbe dire che con Conte è un feeling mai nato e lo stesso giocatore è stato probabilmente già sorpreso di essere stato convocato per lo stage. Chi rimane è Emanuele Giaccherini, al contrario, uno degli scudieri del tecnico. Oggi sulle colonne di Stadio si dice come l’accordo economico tra il giocatore e il Bologna sia stato trovato. Ora tocca alla squadra che è ancora senza direttore sportivo convincere la squadra inglese del Sunderland che ne detiene il cartellino, ad abbassare le sue pretese.
Per il resto sempre su Stadio c’è la notizia che il primo giocatore ad arrivare in rossoblù è l’ex Parma Palladino, esterno che Donadoni conosce molto bene e che questa stagione si è rilanciato in B portando nella massima serie il Crotone. Ha 32 anni, quindi non certo di primo pelo ma è uno di quegli esterni o seconda punta che è molto mancato al Bologna di questa stagione. Può giocare esterno nel 4-3-3, ma pure accanto a Destro nel caso di doppio attaccante, ma pure esterno del nel 4-2-3-1. Nello stesso momento non pretende di essere titolare, ma può essere un buon gregario. Ha giocato la bellezza di 299 partite tra A e B in quindici anni di carriera conditi da 56 reti. Una media, nelle ultime stagione di 4-5 all’anno. Chiaro che Donadoni, che lo conosce bene, avrà dato l’OK all’operazione. Così, con il ritorno di Cherubin che si giocherà in ritiro una maglia da titolare tra i centrali, siamo arrivati a due volti nuovi. Probabilmente non saranno i nomi dei titolari che la tifoseria sperava di leggere per cullare il sogno di migliorare la posizione in classifica, nello stesso momento sono due giocatori di esperienza che vanno sicuramente a rinforzare la rosa.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.