Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Dopo la deludente eliminazione ai quarti di finale playoff ad opera dei cugini di Cento, per la Fortitudo è arrivato il tempo di pianificare il futuro. Preso atto della squalifica del campo per un turno in seguito all’invasione del PalaBenedetto da parte di alcuni sostenitori biancoblu e multa di 100€ per il lancio di oggetti non contundenti, sabato la Effe si riunirà per il Cda. L’impressione è che i soci avranno un bel da fare. Giulio Romagnoli ad esempio, forte del 30% delle quote, sarebbe intenzionato a non partecipare, ma c’è dell’altro. Dopo diversi anni di lavoro, conditi dall’esborso di notevoli somme di denaro, l’imprenditore potrebbe decidere di lasciare per questioni interne (come l’accordo per il settore giovanile con il Castiglione Murri), non ultimo il delicato rapporto con la Fossa, parte della realtà fortitudina contro cui gli stessi Sorrentino e compagni hanno dovuto sbattere la faccia. Se così fosse, il futuro della Fortitudo sarebbe tutt’altro che roseo. Si perderebbe, infatti, uno dei principali finanziatori, fattore che potrebbe mettere a rischio persino l’iscrizione al prossimo campionato di DNB. Mentre Dante Anconetani dovrebbe continuare a ricoprire il ruolo di Presidente, l’unica speranza, qualora si concretizzasse il ritiro di Romagnoli, sarebbe da ricercare in Federico Ballandi. Da diverso tempo ormai il leader di Kontatto ha manifestato la volontà di un suo ingresso nel concilio ristretto biancoblu e potrebbe, a questo punto, essere proprio lui a rilevare il 30% di Romagnoli. Con i fondi di Ballandi, poi, si potrebbe aprire anche uno scenario decisamente più affascinante, come quello di aggiudicarsi la partecipazione al campionato Silver. In attesa di ulteriori sviluppi, la società, intanto, deve affrontare una questione di più stretta attualità. Repubblica e Corriere di Bologna riportano che l’ex coach Stefano Salieri di Eagles e Biancoblu ha presentato istanza di fallimento nei confronti di Fortitudo 2011. Il credito di cui si fa forza l’allenatore è di circa 38mila euro e riguarda l’annata Eagles 2011/12, che Fortitudo 2011 ha rilevato, assieme alle coppe della fallita Fortitudo Pallacanestro di Sacrati, nell’asta del 16 ottobre 2012. L’udienza è fissata per il 4 luglio.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_FORTITUDO_20140516.mp4

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.