Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Marco Belinelli vince il derby italiano contro Andrea Bargnani, segnando 23 punti (con 5/8 da tre) e 6 assist. Per Bargnani 7 punti (3/8) e 6 rimbalzi.
Golden State Warriors-Toronto Raptors 117-111
Con Belinelli secondo miglior realizzatore della squadra dietro ai 30 punti di Stephen Jackson, Golden State si aggiudica la sfida contro i Raptors di Andrea Bargnani che hanno la chance di giocarsela fino in fondo, ma sbagliano troppi tiri nel finale. Partito ancora in quintetto, Belinelli non perde tempo e realizza subito due triple, ma anche Bargnani appena sostituisce l’influenzato O’Neal segna il suo primo canestro in arresto e tiro. Il ritmo è alto e il punteggio ravvicinato per gran parte del primo tempo con Toronto ben diretta dall’ottimo Calderon. Bargnani, marcato da un piccolo, cerca di far valere la stazza e segna un canestro schiacciando dopo un ottimo rimbalzo offensivo, quindi taglia deciso, viene servito da Bosh e si procura un viaggio in lunetta. L’ingresso di Turiaf, che si fa subito sentire in difesa con due stoppate su Bosh e Calderon, e il rientro di Belinelli negli ultimi tre minuti del primo tempo danno una marcia in più a Golden State: Belinelli e Turiaf mostrano una grande intesa e da due passaggi del centro nascono cinque punti consecutivi dell’azzurro che portano i Warriors a 56-49. I Raptors faticano in difesa a chiudere sugli esterni dei Warriors che schierano il quintetto piccolo. Prima dell’intervallo, Belinelli si trova a difendere sul Mago su un cambio difensivo e provoca lo sfondamento di Bargnani mentre prende posizione spalle a canestro.
Si va al riposo sul 60-52 con 17 punti per Bosh, 7 di Bargnani (3/5) e 11 di Belinelli (4/7 di cui 3/4 da tre). Alla ripresa del gioco ci sono entrambi gli azzurri in campo, perché O’Neal resta in spogliatoio. I Raptors continuano a subire lo stile di gioco degli avversari che vanno a +15. Belinelli riprende da dove aveva lasciato con la sua quarta tripla alla prima occasione, mentre Toronto vuole sfruttare il mismatch di Bosh marcato da Jackson. L’intezione è giusta, l’esecuzione pessima. Così Bargnani viene spesso ignorato dai compagni e sbaglia da tre l’unico tiro a disposizione. Jay Triano decide di passare a zona e la mossa manda in crisi l’attacco dei Warriors che iniziano a spadellare. Il terzo quarto finisce 86-79. Bargnani inizia l’ultimo quarto insieme ad Humphries che, con Bosh in panchina, diventa a sorpresa il terminale numero uno dell’attacco di Toronto.
Bravo lui a sfruttare il momento, mentre Bargnani pur essendo marcato da Jackson resta al margine dell’azione. Humphries segna 8 dei primi 9 punti dei Raptors nel quarto e Toronto si avvicina a -4. Golden State torna a +13 con Belinelli protagonista con una tripla e due assist, mentre Bargnani a 8’33” lascia il campo sostituito da Bosh che affianca Humphries. Dopo un errore da tre, anche Belinelli va a prendere fiato in panchina e i Raptors rimontano fino al -2 dopo una tripla di Bosh. La partita si accende, i Raptors hanno tre occasioni di fila da tre per il sorpasso e le sprecano. Rientra Belinelli con i Warriors a +2 a 3’15” dalla fine. Kapono sbaglia un’altra tripla e Belinelli va a sfondare in entrata, ma è un jumper di CJ Watson (come contro i Boston Celtics) a togiere le castagne dal fuoco a 52” dalla sirena (110-106). Triano rimanda in campo Bargnani negli ultimi 29”, ma il passaggio di Calderon sulla rimessa finisce nelle mani di Belinelli, che firma il successo di Golden State con 4/4 dalla lunetta nel finale. Belinelli e Bargnani si salutano dopo il suono della sirena e dei due è l’ex Fortitudo a festeggiare il successo e anche un’ottima prestazione con 23 punti, buone giocate per i compagni e pochi errori. Andrea Bargnani, dopo l’inizio positivo, viene invece dimenticato dai compagni e si deve accontentare di 7 punti. I Warriors chiudono con 12/24 da tre. Biedrins con 15 rimbalzi e 5 stoppate.
Golden State: Belinelli 23 punti (1/4 da due, 5/8 da tre, 6/6 tl), 2 rimbalzi, 6 assist, 2 palle perse, 3 falli in 37’. Jackson 30 (9/20, 10/10 tl), Azubuike 18, Watson 15, Biedrins 13, Crawford 10. Rimbalzi: Biedrins 15. Assist: Crawford e Jackson 7.
Toronto: Bargnani 7 punti (3/5 da due, 0/3 da tre, 1/2 tl), 6 rimbalzi, 1 palla persa e 1 recuperata, 1 fallo in 26’. Bosh 30 (11/20), Calderon 21 (8/14), Moon 12, Kapono e Graham 11, Humphries 10. Rimbalzi: Bosh 14. Assist: Calderon 16.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.