Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Gabi Mudingayi è oramai un giocatore dell’Inter. L’ha dichiarato ieri il presidente Guaraldi, c’è già l’accordo economico, manca solo la contropartita tecnica e la decisione di Palazzi. Ma Gaby Mudingayi non ci sta: “Non capisco tutti quelli che mi chiamano e mi chiedono se sono tranquillo. Sono stato chiamato solo come persona informata sui fatti e mi hanno fatto tre domande. Sono stato dentro dieci minuti. Ho detto loro che le cose importanti venivano dette nella sala riunioni e dunque se Portanova ha detto quelle cose nello spogliatoio è normale che praticamente nessuno lo abbia sentito. In quei momenti se non c’è una comunicazione ufficiale tutti fanno cose diverse, chi si cambia, chi si fa i massaggi ed è normale non porre attenzione su una cosa che non ti ha colpito direttamente. Inoltre, ripeto, nessuno mi ha contestato nulla, quindi sono davvero tranquillo”. Rispetto all’accordo con l’Inter il giocatore non si sbilancia: “so che le due società si stavano accordando ma per rispetto di entrambe non ho voluto dire nulla, certo se ora è stato il presidente a dirlo non posso che confermare”.
Ma quello che il giocatore belga non riesce a comprendere è legato alla possibilità di essere in qualche modo interessato da una vicenda che non lo ha sfiorato neppure da lontano, non capisce perchè qualcuno afferma che può essere chiesto per lui un deferimento quando la sua posizione è solo quella di persona informata e nessuno gli ha comunicato possibili sanzioni nei suoi confronti.
Ovviamente tutti speriamo che sia davvero così, sia per la persona, che merita la chance di una grande squadra, sia per il Bologna, che potrebbe chiudere con Guarente e pensare a come sistemare un centrocampo che dopo quattro stagioni e 126 partite in rossoblù dovrà fare a meno del suo mastino.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.