Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

L’incontro è stato casuale, ma se vogliamo voluto. Gaby Mudingayi mi ha incontrato in centro a Bologna e si è voluto sfogare del trattamento che la stampa Bolognese gli sta riservando. Niente virgolettati, visto che qualcuno li adopera senza che io abbia mai parlato – ha detto – ma soprattutto nessuno verifica se quelle parole io le ho detto. Ho letto che avrei parlato ad una radio che ho scoperto non esiste, ma nessuno mi ha chiesto se veramente avevo detto quelle parole. Ha chiesto di riportare la sua verità. Che a Bologna sta benissimo, che si è inserito in maniera splendida nel tessuto della città, come l’intervento a favore di Piazza grande” e nelle carceri hanno dimostrato. Si chiede perchè, soprattutto alcuni giornali, tendono a metterlo in cattiva luce, sia in campo che fuori. Non ha accettato il 5 in pagella a Milano solo per l’errore commesso nel finale, così come il voto dato da qualcuno a fine campionato, che lo ha giudicato solo per il suo gesto a favore dei bisognosi e non per il campionato strepitoso che ha giocato. Gaby è arrabbiato con la stampa, non con la città o tifosi, anzi ha proprio paura che questa attenzione negativa su di lui possa rovinare un rapporto che dopo il primo anno è sempre stato di reciproca fiducia. Milan o Inter? Ancora non c’è nulla, ma non è forse il sogno di tutti? “Eventualmente non sarà una questione di soldi ma solo di prospettive. Chi non vorrebbe giocare la Champions o chi da bambino non ha sognato di vestire quelle maglie?” Ma se non si concretizzerà questa possibilità io sarò felice di onorare il mio contratto con il Bologna fino al termine della prossima stagione”. Poi arriva una tifosa, chiede un autografo e Gaby ci fa l’occhiolino, come per dire, vedi che c’è qualcuno che mi vuole bene? Mi raccomando, racconta bene ciò che ti ho detto.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.