Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20151210.mp4

Ancora una seduta a porte chiuse per il Bologna, che sta studiando come opporsi al meglio al Genoa pur dovendo far senza Giaccherini, Masina e Maietta. Il primo continua a curarsi all’Isokinetic per farsi trovare pronto per il 6 gennaio quando i rossoblù saranno ospiti a San Siro del Milan. La sua assenza non si è fatta sentire più di tanto con il Napoli, anche se è chiaro che l’imprevedibilità dell’esterno è sempre un’arma importante per Donadoni. Anche Maietta sta seguendo lo stesso percorso e senza di lui diventa difficile per il tecnico pensare ad un cambiamento tattico con tre centrali. Si era pensato che lo stop di tre settimane potesse fargli pensare ad un’operazione al menisco, cosa che lo stesso giocatore aveva ipotizzato solo poche settimane fa. Ed invece la cosa non è neppure presa in considerazione dallo staff sanitario e dunque il centrale proseguirà con le terapie del caso almeno fino al termine della stagione. L’assenza di Masina apre una voragine sulla fascia sinistra. E’ stato sicuramente il giocatore che ha mostrato la crescita individuale più alta assieme a Diawara e le sue incursioni sono state apprezzate da Di Biagio per l’under 21. Per sostituirlo pronto Archimede Morleo, che in questi mesi, dall’ultima partita giocato nello scorso giugno, si è sempre allenato con grande intensità e professionalità, aspettando il giorno in cui fosse arrivata la sua occasione. Difficile pensare a soluzioni diverse, come lo spostamento a sinistra di Rizzo o Mbaye, quando comunque si ha un giocatore integro e affidabile. Domani nella conferenza stampa pre partita se ne saprà di più.
In casa Genoa attimi di apprensione ieri a Pegli durante la seduta di allenamento. Il numero dieci Perotti ha interrotto il lavoro al centro tecnico con 15 minuti di anticipo mentre era in corso la partitella. Al momento non dovrebbe trattarsi di nulla di grave, si parla solo di affaticamento e di una giornata di riposo. L’attaccante dovrebbe esserci contro il Bologna sabato. Per quanto riguarda la formazione, Gasperini sembra intenzionato a proporre il 3-5-2 con qualche novità in mediana. Potrebbero giocare Tachsidis e Tino Costa dal primo minuto, con Rincon sulla fascia destra e Laxalt a sinistra. In avanti, con Perotti, se recupererà, Gakpè e Lazovic.
Intanto sono stati designati gli arbitri per il sedicesimo turno del campionato di Serie A. A dirigere Genoa -Bologna sarà il Signor Marco Di Bello di Brindisi, coadiuvato dagli assistenti Costanzo e Peretti e dal quarto ufficiale Alassio. Addizionali Russo e La Penna.

Categoria: Calcio, Sport

Commenti sono chiusi