Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Nonostante l’insolito orario di mezzogiorno e mezza la cornice del Dall’Ara è di primo piano con 25.000 persone sugli spalti e un sole che scalda i presenti. Il finale, però è differente perché la differenza dei valori in campo è abissale. Il Milan vince con pieno merito perché soprattutto l’attacco è attualmente una vera e propria corazzata con Ibrahimovic che oltre a fare il goleador è eccezionale anche negli assist. Per i rossoblù una giornata storta che per fortuna non inficia quanto di buono fatto fino ad ora. Addirittura un rigore sbagliato da Di Vaio, a Bologna ancora non si era mai visto. Comincia con il solito piglio, quello autoritario delle ultime partite il Bologna e il primo acuto è di Ramirez: minuto tre, parte dalla destra, supera due avversari e dai 20 metri prova il sinistro alla sinistra di Abbiati che con la punta delle dita toglie il pallone dal sette. Quando ancora gli applausi non sono finiti, all’8’ arriva la doccia fredda. Ibrahimovic dalla sinistra propone un cross al centro sul quale Boateng anticipa con un pallonetto Moras e Britos, ma soprattutto Viviano che si fa trovare nella terra di nessuno. I rossoblù non subiscono il colpo, anzi provano a farsi sotto anche se non arrivano mai al tiro. Anzi l’occasione arriva per i rosssoneri quando al 17’ con una punizione battuta dalla sinistra Pirlo dai 20 metri prova la conclusione a scendere che è alta di poco. Al 35’ il Milan chiude virtualmente l’incontro. Dalla trequarti Ibrahimovic vede Robinho partire, lo serve e il brasiliano batte Viviano in uscita. A questo punto sì che il Bologna sente il colpo e al 37’ rischia il 3-0 con Ibrahimovic che si gira dall’arietta ma Viviano è bravo a mettere in angolo. Poi al 47’ dopo una bella uscita di Viviano su Robinho, Zambrotta scheggia la traversa. La ripresa è sempre più milanista e al 15’ va in gol anche Ibrahimovic che difende la palla da Britos e di destro mette sul primo palo. Prima, però, un episodio che poteva cambiare l’incontro perché Abbiati fuori dall’area colpisce Ramirez che calciava a porta vuota ma il direttore di gara lascia correre. Poteva starci l’espulsione del numero uno e la partita avrebbe assunto un’altra storia. Poi al 78’ Rocchi fischia rigore per il Bologna per atterramento di Di Vaio da parte del neo entrato Seedorf. Di Vaio calcia alla sua destra facendo fare un’ottima figura ad Abbiati che intercetta. Match chiuso e pensiero già rivolto a domani per l’offerta della cordata di Consorte a Porcedda e al derby di domenica prossima al Tardini di Parma.
BOLOGNA-MILAN 0-3 (TABELLINO)
BOLOGNA (4-3-1-2): Viviano 6, Esposito 5, Moras 5 Britos 5 Morleo 5,5, Casarini 6, Mudingayi 6,5, Della Rocca 6 (1 s.t. Ekdal 5,5), Buscè 5,5 (1 s.t. Meggiorini 6,5), Ramirez 5,5 (31 s.t. Gimenez n.g.), Di Vaio 5,5,
In panchina: Lupatelli, Garics, Cherubin, Krhin,
Allenatore: Malesani 6
MILAN (4-3-1-2): Abbiate 7,5, Abate 6, Nesta 7, Bonera 7 , Zambrotta6, Gattuso 6,5, Pirlo 7, Ambrosini 7, Boateng 7 (27 s.t. Seedorf 6), Robinho 7 , Ibrahimovic 8
In panchina: Amelia, Yepes, Antonini, Strasser, Papastathopulos, Seedorf, Ronaldinho
Allenatore: Allegri
ARBITRO: Rocchi di Firenze
RETI: 8’ Boateng, 35’ Robinho, 15 s,t, Ibrahimovic
NOTE: Pomeriggio fresco ma soleggiato, terreno in perfette condizioni. Spettatori 24.915 per 583.086 euro di incasso. Angoli: 5-6 per il Milan. Ammoniti Mudingayi, Ramirez: espulso: Recupero: 2-3 Al 79’ Abbiati para un rigore a Di Vaio

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.