Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il tecnico Sinisa Mihajlovic commenta il pareggio di Siena.
“Potevamo anche perdere, considerando che loro hanno sbagliato un rigore, ma durante la partita, fino a quell’episodio, pensavo di poter vincere, tant’è vero che ho inserito una seconda punta e Coelho. Mi rendo conto che è difficile battere una squadra ben organizzata, con giocatori che ti possono mettere in difficoltà, ma i ragazzi hanno risposto bene: l’atteggiamento di sabato si è visto anche oggi, abbiamo sofferto insieme, abbiamo combattuto, siamo andati in svantaggio e abbiamo recuperato, non abbiamo mai mollato. Queste sono le cose positive, poi c’è anche qualcosa da migliorare: le marcature sui calci piazzati (per questo nel finale, quando il Siena ci stava pressando, ho messo anche Britos) e siamo un po’ timidi in fase offensiva, quando attacchiamo non siamo molto convinti. Ma sono abbastanza soddisfatto della prestazione della squadra”.
Cos’è successo sul gol del Siena?
“È una cosa che non deve succedere, sul secondo palo c’erano tre giocatori liberi: sono cose che in Serie A paghi. Noi marchiamo a zona e per arrivare sul secondo palo un avversario deve passare una prima zona di quattro giocatori e una seconda di tre, quindi dovrebbe essere molto difficile riuscirci. Ne abbiamo parlato in settimana, ne riparleremo nei prossimi giorni: lavoreremo di più sui calci piazzati perché dobbiamo migliorare. Intanto siamo migliorati sui cross laterali: quelle palle le abbiamo prese tutte noi. Tra l’altro, fisicamente noi siamo una squadra di giocatori mediamente non molto alti, quindi è normale trovare difficoltà sui calci piazzati: dobbiamo essere molto organizzati per dare meno possibilità alla squadra avversaria di farci gol in queste situazioni. Sapevamo che ci potevano mettere in difficoltà sui calci piazzati, oltre che con le loro ripartenze veloci”.
Il rigore per il Siena c’era?
“Dal campo mi è sembrato assurdo: è caduto uno che era girato con la schiena verso la porta… Ma sono cose che succedono. Ecco, mi sarebbe dispiaciuto perdere questa partita per un rigore così”.
Intanto la classifica si muove anche sul fondo.
“La Reggina ha vinto a Udine e il Cagliari ha battuto la Fiorentina. Ma noi non guardiamo la classifica: dobbiamo pensare a noi stessi, a preparare bene le partite e a trovare una continuità di risultati. Ora abbiamo fatto due pareggi: domenica proviamo a vincere. Sarà una battaglia fino all’ultimo, ma finché i ragazzi si allenano bene, si comportano in questo modo e rispondono così in campo sono tranquillo: arriveranno anche le vittorie e qualche gol in più”.
Quello di oggi è un passo avanti rispetto alla partita con la Roma?
“La Roma tecnicamente è più attrezzata del Siena, ma il Siena è organizzato benissimo, corre di più ed abbiamo anche giocato fuori casa: un piccolo passo in avanti l’abbiamo fatto. Ma adesso bisogna farne uno più grande e battere il Palermo: non sarà facile, sarà dura come tutte le partite, ma sono convinto che vinceremo”.
Coelho cosa le ha dato di più rispetto ad Adailton?
“Adailton ha iniziato a giocare coprendo tutta la fascia: ha corso tanto e, considerando che gli manca il ritmo partita, ha fatto tutto quello che gli ho chiesto, anche quando l’ho spostato in posizione di mezzapunta vicino a Codrea; è solo mancato un po’ in fase offensiva e in possesso di palla. Coelho era fresco, ha spinta, è bravo nell’uno contro uno, può brillare anche su calcio piazzato. E poi devo anche recuperare il prima possibile, tatticamente e psicologicamente, questi nuovi sudamericani: hanno qualità e sono convinto che possano tutti e tre giocare tranquillamente”.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.