Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La partitella in famiglia del pomeriggio ha confermato l’idea di Mihajlovic: sarà Mingazzini a stazionare davanti alla difesa per marcare il trequartista del Cagliari Lazzari, mentre per quanto riguarda il reparto offensivo la scelta del tecnico serbo è per il cosiddetto albero di Natale, ovvero con Osvaldo e Bombardini dietro all’unica punta Di Vaio. A centrocampo la squalifica di Mudingayi apre le porte proprio a Mingazzini, mentre Volpi e Mutarelli agiranno in fase propositiva, il primo a destra, il secondo a sinistra.
Si tratta di un Bologna costruito in maniera simmetrica al Cagliari, che invece che due trequartisti agirà con due punte e il trequartista, un modulo se vogliamo ancora più spregiudicato in quanto le due punte difficilmente riusciranno ad avere compiti di contenimento e su questo il tecnico del Bologna dovrà agire, tenendo conto che i centrali di Allegri, Lopez e Canini non sono certo fulmini di guerra e pure i due esterni Matheu e Agostani sono onesti giocatori ma non certo fenomeni.
La partitella di questo pomeriggio è stata tra due squadre decisamente con tanta voglia di mettersi in mostra, anche perché dall’altra parte c’erano Terzi, lo stesso Mudingayi, Zenoni, Amoroso, Valiani e in avanti un voglioso Marazzina in coppia con Bernacci. Si è rivisto anche Cesar, laterale sinistro con molta gamba, così come ha cercato gloria anche se come laterale di destra quel Marchini che è entrato in un angolo buio della considerazione di Mihajlovic.
Intanto domani il Bologna presenterà il logo del centenario e illustrerà le prime iniziative, un modo per cominciare a vivere un anniversario che vuole essere evento per tutta la città.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.