Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Una convincente Meccanica Nova passa al PalaVigarano superando la Vassalli, conquista cosi la vetta solitaria della classifica di A2 Nord. La sconfitta dell’Iveco Bolzano sul campo di S.Martino infatti da a Bologna le chiavi del primo posto, le lupe dopo aver sfiorato la vittoria all’overtime al Crb fermano le altoatesine sul proprio parquet. La Libertas compie un deciso passo in avanti verso la conquista del pass per la Coppa Italia, mancano ora solo due giornate, e anche se la matematica non premia ancora la squadra di Marco Savini, la Libertas è vicina al primo obiettivo stagionale.
Attesa per il derby con la Vassalli, neopromossa di nome, ma non di fatto, vista la buona posizione in classifica e il campionato molto concreto sino ad ora disputato. Attesa per le ex in campo, Aleotti due stagioni a Bologna, Fabris da quest’anno sotto le due torri e omaggiata di un applauso dal pubblico prima della palla a due, che ha emozionato la lunga di Monfalcone.
Impianto pieno e clima natalizio, si può dunque iniziare. Savelli a mezzo servizio per coach Ravagni, di qua Barlassina sulla via del recupero ma non ancora al 100%, in quintetto c’è quindi Nannucci. Parte bene la Libertas, capace di sfruttare una buona circolazione di palla e colpire sia da vicino che da lontano costringendo ben presto al timeout le padrone di casa. La risposta non si fa attendere molto e dopo un iniziale 8-16 bolognese, la Vassalli chiude in parità il primo periodo (16-16); ma non solo, continua a macinare gioco anche nel 2° periodo con un perentorio 16-0 che porta le ferraresi sul 24-16. Sono trascinate da una scatenata Nadia Calamai (22pt e 2/3 dalla distanza) oltre alla concretezza di Erika Aleotti abile a colpire con precizione dall’angolo (12pt). Bologna, è poco attenta in difesa, concedendo qualche rimbalzo offensivo convertito in punti dalla Vassalli, mentre in attacco il secondo quintetto fatica a trovare ritmo e continuità di gioco. All’intervallo il tabellone segna 35-27.
Bologna cambia passo all’uscita degli spogliatoi, rinvigorita dalla carica del proprio allenatore che richiama le giocatrici a una maggiore attenzione; la Meccanica Nova non se lo fa ripetere e con Bestagno e Rickeviciute suona la riscossa. Le triple della lituana, le invenzioni di Zanoli e il killer instint di Costi e Nannucci, portano Bologna a colmare il divario e ad accumulare un vantaggio che sfiora la doppia cifra in chiusura del quarto (44-53). La Libertas sembra avere il controllo della situazione, con il coach ferrarese a mischiare le proprie carte, vista l’assenza di Nesheva, presente in tribuna. Venzo mette un paio di tiri che riportano lentamente l’inerzia verso la Vassalli, Bologna pecca di attenzione, pensando che la gara sia già chiusa, con il pressing di Vigarano a ricucire in parte lo strappo. Nel finale perà Bologna è fredda dalla linea (12/15 ai tiri liberi) e il risultato resta sempre al sicuro, con la gara che va in archivio con il finale 61-69.
Presente e numeroso il pubblico bolognese in tribuna ospiti, a dare il proprio apporto a pochi passi dalla squadra, festeggiando a fine partita insieme a tutta la squadra. Mancano ora solo due giornate al termine del girone di andata. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 18 dicembre nell’anticipo delle ore 16.00; al Crb sarà di scena la Mercede Alghero, mattatrice ieri sera del Basket Cervia (68-51).

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.