Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Non ce n’è per nessuno. L’atleta del Circolo Nuoto UISP Martina Grimaldi domina e vince la 10 chilometri, seconda gara nel programma dei Campionati Europei Assoluti di nuoto in acqua libera in corso di svolgimento a Piombino. Né le avversarie né le onde del mare ingrossato dallo scirocco, molto più mosso rispetto alla gara maschile, frenano la cavalcata della medaglia di bronzo olimpico a Londra. L’atleta del Presidente Riccucci spinge, bracciata dopo bracciata, con la determinazione e la consapevolezza di chi, appuntamento dopo appuntamento, si conferma ai vertici. A prescindere dalle condizioni.
L’azzurra, sempre nel gruppo di testa, chiude in 2h12’23″3. Dietro di lei la tedesca Angela Maurer (2h12’24″7) e la ceca Jana Pechanova (2h12’26″1) che per l’inezia di 2 centesimi anticipa Alice Franco, quarta in 2h12’26″1. Decima Giorgia Consiglio in 2h12’46″7. Le condizioni estreme non scoraggiano il terzetto azzurro che conduce fin dall’inizio. Nel gruppo di testa la Maurer e la Pechanova oltre alla greca Kalliopi Araouzou, poi settima. Lo strappo decisivo a metà dell’ultimo giro, quando le prime quattro allungano. Ma purtroppo per Alice Franco i posti sul podio sono solo tre, e due centesimi la condannano al quarto. Martina Grimaldi, invece, avanti per gli ultimi 2000 metri, respinge gli attacchi della Maurer. E’ oro davanti al pubblico di casa in festa. Per l’Italia si tratta della seconda medaglia dopo il bronzo di Bolzonello nella gara maschile.
“Sta dimostrando di essere la più forte al mondo – esulta il Presidente della Federnuoto Paolo Barelli – Sono convinto che il suo bronzo olimpico valga anche di più. Fosse durata 100 metri in più chissà… Intanto, nonostante le condizioni difficili, Martina si conferma ai vertici. Bravissima!”.
“Sono arrivata vogliosa sia di testa che di fisico – racconta l’atleta allenata da Fabio Cuzzani – Dopo la medaglia olimpica non è semplice rimanere concentrati. Ho preso tre giorni di relax e poi mi sono rituffata negli allenamenti per questo europeo in casa”.
La gara è stata particolarmente dura. “Alla fine del terzo giro Giorgia (Consiglio, ndr) mi ha chiesto se avevamo finito. Invece no, mancava ancora un giro intero! All’inizio ho fatto fatica dietro, poi mi sono portata avanti. Spendevo di più ma paradossalmente era meglio così. A volte con le onde facevo fatica a vedere davanti a me e ad individuare la rotta migliore. Ma alla fine ce l’ho fatta, ho dato tutto e ho tenuto dietro due ‘cagnacci’ come Maurer e Pechanova. Sono davvero contenta”. E’ il secondo titolo europeo consecutivo che l’atleta nata nelle giovanili dei corsi UISP ottiene sulla distanza dei 10 km. Congratulazioni sono arrivate immediatamente dal Presidente della UISP Provinciale di Bologna Fabio Casadio e dal Presidente del CONI di Bologna Renato Rizzoli.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.