Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Meglio di così non avrebbe potuto sperare il suo rilancio. Dopo un anno e mezzo di alti e bassi e un finale in cui il rapporto con Gasperini era diventato insostenibile, Marco Di Vaio sembra tornato quello dei tempi della Lazio, del parma e della Juve. Gol all’esordio in Coppa Italia, gol dopo un quarto d’ora a Milano, gol in amichevole. Lui però mantiene la testa sulle spalle: “Non si puo` sperare altro che di continuare cosi`: spero di stare bene fisicamente e aiutare la squadra. Nell’ultimo anno ho sofferto, quindi ho una gran voglia di misurarmi, di mettermi in gioco: sapendo che avrei cambiato probabilmente squadra, ho sperato di tornare all’antico, nel mio ruolo ed ora l’obiettivo, dopo una buona partenza, e` trovare una certa continuita` di prestazioni, cosa che in Serie A non e` mai semplice`.

L`esordio a San Siro con tanto di gol e` qualcosa di indimenticabile: `E` stata una domenica speciale: non mi era mai capitato vincere a Milano, nonostante avessi gia` segnato a San Siro, in piu` era la prima di campionato, da neopromossi, e il mio debutto nel Bologna dopo lo spezzone in Coppa Italia. Il campionato pero` sara` durissimo: i risultati di` domenica, compreso il nostro, dimostrano che il livello e` elevato. Quella di San Siro, quindi, la considero una parentesi felice e importante, che mi ha fatto riassaporare tutte le emozioni che cercavo: la sofferenza, la gioia, la stanchezza, le sensazioni del campo`. Di Vaio e` stato quasi stupito da questo avvio: `Non ero arrivato a tanto coi sogni. Speravo in una bella partita, nella buona figura della squadra, ma non mi permettevo di sognare anche il gol`.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.